BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 25 Novembre 2020

BAIANO. Violenza sulle donne, il comune depone fascio di rose alla panchina rossa. FOTO

Un fascio di rose deposto sulla panchina rossa in piazza Napoletano: così il comune di Baiano, con una scelta certamente non casuale che va a confermare la sua vicinanza alla problematica, ha deciso di celebrare la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

Una manifestazione sobria, quella che ha visto intervenire il sindaco Enrico Montanaro, il vicesindaco Stefano Sgambati, l’assessora Antonella Crisci, l’assessore Carmine Acierno, il consigliere comunale Francesco Esposito, i militari della compagnia dei Carabinieri di Baiano e il Comandante della Polizia Locale Giovanni Brandolino.

Anche quest’anno esprimiamo la nostra vicinanza a tutte quelle donne che restano vittime di violenze e condanniamo tutti i fenomeni di questo tipo – ha affermato il sindaco Enrico Montanaroepisodi, purtroppo, che a giudicare dai dati che puntualmente vengono forniti dalle autorità, non arrestano a diminuire. Infatti in questo duemilaventi, l’anno del Coronavirus che ha profondamente mutato le nostre vite, c’è stato un netto incremento delle manifestazioni di violenza addirittura all’interno delle abitazioni. Purtroppo quello della violenza contro le donne è un accadimento che si rincorre su vasta scala in modalità diverse e noi tutti dobbiamo cercare di adoperarci per prevenirlo. Pertanto ci auguriamo che i riflettori su questa importantissima problematica restino accesi tutto l’anno e non solo nella giornata della ricorrenza”.

“La giornata odierna ha un valore fondamentale per esprimere vicinanza a tutte le donne che subiscono violenza fisica, psicologica ed emotiva – afferma l’assessora Antonella Crisci – La statistica nazionale dell’anno in corso fa rabbrividire, in media una donna ogni tre giorni é vittima di femminicidio. Ogni giorno una donna, una madre, una figlia, una fidanzata, una sorella è vittima di abusi e soprusi. Siamo qui oggi per rafforzare la nostra proposta di vicinanza a tutte coloro che si trovano in situazioni di violenza domestica e non,s iamo qui per condannare ogni azione venga perpetrata contro le donne. Ricordiamo che attraverso l’assistente sociale del comune e diversi canali totalmente coperti da segreto è possibile rivolgersi ai centri antiviolenza, con supporto di avvocati e psicologi. Non abbiate paura di denunciare, non abbiate paura di rimanere sole, proteggete voi stesse i vostri bambini e le persone che amate.  Ringraziamo le forze dell’ordine e  quanti ogni giorno si prodigano per garantire la protezione delle donne e delle famiglie”.