BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 14 Luglio 2019

Regione, bandi di concorso: non ci saranno assunzioni nel Mandamento

E’ partito il countdown per presentare la propria domanda d’ammissione al maxi-concorso bandito dalla Regione Campania. Il concorso prevede 10 mila assunzioni a tempo indeterminato presso i diversi uffici ed enti pubblici dislocati lungo il territorio regionale.

I primi due bandi pubblicati da Palazzo Santa Lucia prevedono, al momento, 2175 posti. La tipologia del primo bando, categoria D, è volta all’assunzione di 950 unità a tempo indeterminato, di cui 328 sono per inserimenti presso la Regione Campania, 15 presso il Consiglio regionale della Campania e 607 presso gli enti locali della Regione Campania.




I profili ricercati sono:

  • funzionario risorse finanziarie/pianificazione e controllo di gestione/specialista contabile
  • funzionario amministrativo e legislativo
  • funzionario tecnico/specialista tecnico
  • funzionario di sistemi informativi e tecnologici
  • funzionario comunicazione e informazione
  • funzionario di policy regionali
  • funzionario specialista socio-assistenziale

Per il bando di tipologia D sono richiesti,come minimo, la cittadinanza italiana, i 18 anni compiuti e il possesso della laurea o di titolo del diploma. Ogni tipologia di personale richiesto prevede la qualifica di laurea approfondita, in merito al campo selezionato per cui si ambisce. (Clicca qui per il bando).

Per quanto riguarda, invece, la seconda tipologia di categoria C è prevista l’assunzione a tempo indeterminato di 1.225 unità, di cui 187 sono per assunzioni presso la Regione Campania, 18 presso il Consiglio regionale della Campania e 1020 presso gli enti locali della Regione Campania.

Le unità richieste:

  • istruttore risorse finanziarie/contabile
  • istruttore amministrativo
  • istruttore tecnico
  • istruttore sistemi informatici e tecnologie
  • istruttore comunicazione e informazione
  • istruttore policy regionale
  • istruttore socio-assistenziale
  • istruttore di vigilanza

Come minimo è previsto anche in questo caso la cittadinanza italiana e la maggiore età, inoltre è necessario il titolo di diploma rispetto alla carica a cui si è interessati. (Clicca qui per il bando)

Per presentare la propria domanda di partecipazione al concorso è necessario registrarsi sulla piattaforma ripam.cloud e consegnare la propria richiesta entro e non oltre la mezzanotte del 10 agosto. Le prove selettive si terranno a Napoli.

I candidati, che supereranno le prove selettive, saranno chiamati a sostenere uno stage di formazione per l’inserimento nel mondo della pubblica amministrazione. Il corso di formazione sarà regolarmente retribuito per un valore euro 1000 mensili. Al termine dello stage (se terminato lo stage con votazione pari a 21/30), si accederà alla prova orale, che verterà sulla verifica degli argomenti trattati nelle varie discipline durante la prova scritta, della conoscenza della lingua inglese, delle competenze informatiche e della comunicazione e del Codice dell’amministrazione digitale.

Sul territorio irpino sono molti i comuni della Provincia, che hanno fatto adesione al maxi-concorso indetto dalla Regione Campania. Non si registra, invece, alcuna manifestazione d’interesse dei comuni mandamentali.