BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 22 Ottobre 2020

CAROTENUTO-BAIANO. Derby per pochi intimi tra massime misure di sicurezza

Sarà un derby per pochi intimi ma nel rispetto assoluto di quelle che sono le norme in materia anti Covid-19 quello che si disputerà sabato pomeriggio (ore 14.30) tra Carotenuto e Baiano a Mugnano del Cardinale.

L’atmosfera per il sentito (sportivamente parlando) derby del Mandamento, non sarà la stessa degli ultimi anni. L’emergenza Covid-19 in atto, che non fa disperdere l’attenzione nel Baianese rispetto all’andamento dei contagi, determinerà un afflusso di spettatori “minimal” al “Sanseverino”.

Quindi, così come preventivabile da diverse settimane a questa parte, sugli spalti dell’impianto sportivo mugnanese non ci sarà nessun tutto esaurito. La colorata cornice di pubblico che negli anni ha sempre rappresentato il valore aggiunto del derby, causa forza maggiore, almeno solo per quest’anno (si spera), rappresenterà un nostalgico ricordo.

Nel corso dei giorni scorsi la dirigenza del Carotenuto (società ospitante e quindi organizzatrice dell’evento) ha lavorato intensamente per mettere a punto un vero e proprio piano di sicurezza. Fondamentale, in tal senso, si è rivelata la collaborazione tra il sodalizio del presidente Filomeno De Lucia con la Questura di Avellino e la Compagnia dei Carabinieri di Baiano. Le autorità di pubblica sicurezza, infatti, vigileranno con proprio uomini sul corretto svolgimento della manifestazione sportiva che prevede la presenza del pubblico.

Secondo quanto previsto dall’apposito piano messo in atto, dovrebbero essere circa 50 gli spettatori che potranno assistere al match dall’impianto sportivo mugnanese. Gli spettatori ammessi sulle tribune sono gli abbonati della società del Carotenuto, che a loro volta verranno obbligatoriamente distanziati, dovranno indossare mascherine (ammessi anche altri dispositivi di protezione individuale), e all’ingresso è prevista la misurazione della temperatura. Alla società del Baiano, invece, è stata riservata la possibilità di prevedere un afflusso di dirigenti o tifosi, i cui nominativi (anche in questo caso) dovranno essere resi noti prima dell’evento sportivo.