BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 1 Marzo 2020

CAROTENUTO/BAIANO. Un mese dopo…il derby non è ancora finito

Un mese dopo è ancora Carotenuto – Baiano. Un mese dopo è ancora derby. L’apoteosi baianese per una vittoria incredibile, la delusione mugnanese che passava tutto per il clamoroso penalty sciupato da Diallo e la remuntada pazzesca sfiorata nel finale. Un mese dopo la sfida a distanza tra le due formazioni mandamentali non si è ancora esaurita. E continuerà, probabilmente, fino alla fine del campionato. In palio vi è un piazzamento nei play off per la conquista della promozione in Eccellenza.

Il Baiano, dopo la vittoria di Mugnano, ha allungato ulteriormente la sua strepitosa striscia di risultati. Grazie alla vittoria di sabato sul campo del Manocalzati la striscia di risultati utili della formazione granata è salita ad otto. Dalla seconda giornata di ritorno la compagine affidata al duo tecnico D’Avanzo – Fiumara ha solo vinto (salvo il pari in casa dell’F.C. Avellino). La striscia di risultati ha permesso ai baianesi di salire a sei punti dal quinto posto che (in caso di distacco pari o inferiore a nove punti dal secondo posto) darebbe l’accesso alla disputa dei play off. La missione per la formazione del presidente Stefano Sgambati è ancora possibile. E la corsa i granata, attualmente, la stanno facendo, incredibilmente, proprio sul Carotenuto che, appaiato con l’F.C. Avellino (in attesa della sfida del ritorno) è al quinto posto (a Mugnano finì tre a zero per gli irpini). A sei giornate dalla fine tutto resta possibile e percorribile. Continuando di questo passo i ragazzi di D’Avanzo e Fiumara lotteranno per quello che fine a due mesi fa era un insperato aggancio alla zona play off.

Dopo il ko con il Baiano, che seguiva quello della settimana precedente a Montemiletto, in casa Carotenuto, invece, si pensava ad un ridimensionato degli obiettivi. La possibilità di centrare l’obiettivo per giocarsi la promozione in Eccellenza sembravano essersi ridotte. Non erano le due sconfitte a pesare sul rendimento e sull’aspetto psicologico dei mugnanesi, ma la caratura degli avversari contro cui erano maturate. Il Montemiletto era (ed attualmente lo è ancora) secondo in classifica; il Baiano, invece, si garantiva la sua vittoria per il campanile mandamentale. i mugnanesi, un mese dopo, sono guariti completamente. Sicuramente nei risultati, ma anche dal punto di vista delle prestazioni, la squadra, infatti, sembra essersi calata a dovere nella realtà del torneo dopo aver metabolizzato a pieno il rendimento che si aspetta la società. Il tecnico Biancolino è stato bravo a mettere tutti in discussione e ha ricominciato a macinare gioco e risultati, tanto da incamerare quattro vittorie di fila. Dalla disfatta del derby, risultati alla mano, alla formazione mugnanese è giunta la spinta giusta per blindare la candidatura per i play off e nelle sei rimanenti sfide, cercherà di scalare posizioni in classifica con l’auspicio di conquistare il piazzamento ideale nella griglia post season. Se le gare contro Montemiletto e Baiano sembravano pronte a lasciare il segno, quelle contro Solofra e Cimitile (le ultime due…) hanno permesso di legittimare la candidatura per un posto al sole.

All’orizzonte per Baiano e Carotenuto ci sono sei finali. La prima, chiaramente, nel prossimo week end. Il Baiano ospita la Forza e Coraggio; il Carotenuto va a San Vitaliano; ma a Pratola Serra va in scena un interessantissimo Solofra – F.C. Avellino.

Classifica: Saviano 58; Montemiletto 53; Solofra 51; F.C. Avellino 47; Carotenuto 47; Baiano 41; Cimitile 40; Ponte 39; Marzano 29; Bisaccese 25; Forza e Coraggio 25; Gesualdo 22; Manocalzati 22; San Vitaliano 21; Viribus Somma 9; Montoro 8.