BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 15 Febbraio 2021

Celzi, Petracca dribbla le polemiche e precisa: “Fondi già stanziati nel 2019”

«Non rientra nel mio modo di fare affrontare le questioni per sentito dire. Sempre parlo ed intervengo con carte e dati alla mano. Così è stato anche per la vicenda di Celzi di Forino. Sono rammaricato che una mia semplice visita – che mi sembrava doverosa, avvenuta quel giorno perché mi trovavo in un Comune limitrofo – che rientra tra l’altro pienamente nelle funzioni e nei compiti di un consigliere regionale, sia diventata oggetto di una polemica violenta e direi strumentale nella quale non voglio entrare. Mi limiterò ancora una volta a riferire i dati in mio possesso. Sono dati supportati da atti, da documenti e che per questo non possono essere interpretabili o confutabili». Lo dichiara il consigliere regionale Maurizio Petracca.

«Partiamo dal progetto per la sistemazione idraulico-forestale di aree a rischio instabilità idrogeologica nel vallone Reginella. Con delibera di giunta regionale del 17 dicembre 2019, la numero 653, è stato finanziato il progetto in questione, a valere sui fondi della Difesa Suolo, per un importo di 2.019.586,37 euro. Per entrare nella disponibilità delle risorse l’iter andava perfezionato. Il progetto, infatti, non presentava i pareri Mibac, il cronoprogramma, il calcolo strutturale e altro. L’ultima richiesta di integrazione da parte degli uffici regionali è datata 14 ottobre 2020. Dall’amministrazione comunale di Forino non c’è stata risposta. Dunque, iter non concluso, somme non arrivate nelle casse comunali. Quando mi sono recato a Forino ho ribadito, con il garbo istituzionale che sempre utilizzo, semplicemente la disponibilità, come ovvio, della Regione Campania a chiudere la procedura, a sostenere il Comune nei passaggi ancora mancanti. Tutto qua».

«Passiamo poi – aggiunge il consigliere regionale Maurizio Petracca – ai vari stanziamenti avvenuti da parte della Protezione Civile della Regione Campania in seguito agli eventi alluvionali di fine 2019. Ebbene, su due diversi appostamenti in bilancio attraverso due diverse ordinanze, risulta allo stato non utilizzato dal Comune di Forino nemmeno un euro su uno stanziamento complessivo di 576.080,00 euro. Non vorrei essere troppo drastico, ma nel mancato utilizzo di queste risorse potrebbe anche sorgere la possibilità di revoca delle somme stesse proprio perché non c’è stata la rendicontazione di un solo centesimo. Si tratta di risorse stanziate per lo svuotamento delle vasche di sedimentazione, per il ripristino della funzionalità dell’impianto di sollevamento delle acque reflue, per il ripristino dei versanti interessati dal maltempo e per l’assistenza alla popolazione interessata (fitto alloggi, riscaldamento della scuola, carburante per i mezzi utilizzati per l’emergenza). Si tratta di somme urgenze stanziate in seguito a fenomeni alluvionali della fine del 2019. Non un euro rendicontato, non un euro liquidato».

«Questi sono fatti – così conclude Petracca – il resto sono polemiche che ho subìto mio malgrado mentre svolgevo quello che è il mio ruolo. Ogni mia azione è stata e sempre sarà a tutela dei cittadini e del territorio che restano gli unici interlocutori interessati e danneggiati da questa vicenda. Piuttosto che insorgere per presunte passerelle o minacciare dimissioni, sarebbe interessante sapere da chi si è così indignato che cosa pensa di questi atti pubblici».