BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 Ottobre 2021

CITTA’ DEL BAIANESE. Tre comuni a favore, tre non ancora. Cosa accadrà?

Città del Baianese, tre comuni dentro al progetto, tre fuori. Per il momento. Avella, Baiano e Sperone hanno già deliberato favorevolmente (e all’unanimità), Mugnano del Cardinale, Quadrelle e Sirignano, invece, per il momento restano in fase di attesa.

Il discorso della creazione dell’unica municipalità, archiviate le elezioni comunali del 2021, entra prepotentemente nel vivo. Le possibilità legate ad una possibile fusione dei comuni, restano tutte in gioco. Riscontrare la sinergia degli attori istituzionali è la priorità. Un discorso molto delicato è pronto a riaccendersi, perché tre comuni potrebbero decidere di andare per conto proprio. Avella, Baiano e Sperone, infatti, già da circa due anni hanno deliberato favorevolmente (e all’unanimità) nei rispettivi consigli comunali. Le loro posizioni sono abbastanza nette: vogliono procedere alla fusione dei comuni. Restano distaccati dal discorso, per il momento, Mugnano del Cardinale, Quadrelle e Sirignano. Subito dopo le elezioni, l’amministrazione del comune di Santa Filomena evitò di pronunciarsi sull’eventuale adesione al progetto, riservandosi di sciogliere i dubbi nel prosieguo degli anni. Ora l’esecutivo guidato dal sindaco Alessandro Napolitano potrebbe essere chiamato nuovamente a pronunciarsi sul progetto. Da decidere anche le posizioni di Sirignano e Quadrelle. Raffaele Colucci, rispetto a tale percorso, si è mostrato, in più circostanze, molto scettico. Simone Rozza, invece, pur favorendo le interazioni intercomunali del suo comune, non ha ancora avuto occasione di esprimersi sul discorso fusione.