BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 13 Maggio 2019

Cittadini di Quadrelle presenti al centenario degli Alpini di Milano

C’era anche un gruppo di quadrellesi alla parata del centenario degli Alpini di Milano. I cittadini mandamentali hanno presenziato in maniera attiva all’evento che ha mobilitato il capoluogo lombardo.

I primi a percorrere il percorso — due chilometri: da porta Venezia a Largo Cairoli passando per il Duomo — sono stati i reduci, subito dopo gli alpini delle Sezioni Ana all’estero, seguiti da quelli delle Sezioni italiane che hanno ricevuto gli applausi dei cittadini accorsi in piazza Duomo e lungo tutto il percorso. Tanti gli striscioni in sfilata che hanno celebrato il centenario dell’Associazione Nazionale Alpini, nata nel capoluogo lombardo nel 1919.

In sfilata anche i centenari Giovanni Alutto (102 anni) e Silvio Biasetti di 106 anni, l’unica Medaglia d’Oro in servizio il sergente maggiore Andrea Adorno e in ricordo dell’ultimo mulo “najone” il basto di Iroso, scomparso pochi giorni fa. Hanno chiuso gli alpini di Milano e il Comitato Organizzatore dell’Adunata che hanno ricevuto gli applausi finali, prima della cerimonia del passaggio della stecca tra il presidente della Sezione milanese Luigi Boffi e Vittorio Costa della Sezione Bolognese Romagnola – presenti i sindaci Giuseppe Sala, Andrea Gnassi e i rappresentanti della Repubblica di San Marino – perché nel 2020 l’Adunata si terrà a Rimini-San Marino.

Presenti accanto al Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta con i vertici delle Forze Armate, il Capo di Stato Maggiore della Difesa generale Enzo Vecciarelli, dell’Esercito generale Salvatore Farina e il comandante delle Truppe Alpine generale Claudio Berto.