BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 25 Marzo 2020

Coronavirus, Lauro blindata: il provvedimento del sindaco Bossone

Il sindaco di Lauro Antonio Bossone “blinda” il paese. La fascia tricolore ha deciso di attuare misure ulteriormente stringenti rispetto a quelle entrate in vigore pochi giorni fa.

Può venire a Lauro solo chi deve risolvere problematiche amministrative all’interno della Filiale dell’Istituto di Credito, chi deve recarsi al distretto sanitario o al Commissariato di Polizia. I non residenti potranno recarsi alla farmacia solo se di turno”. Queste sono solo alcune delle misure varate dall’ordinanza del 24 marzo 2020. Il primo cittadino non abbassa la guardia: Lauro è stato uno dei primi comuni a registrare due casi di positività (il fratello del sindaco, medico al “Cardarelli” di Napoli e un dipendente comunale) e le prime decine di ricorsi agli obblighi di quarantena.  

Noi con queste misure – rimarca Bossone – affrontiamo il virus e non lo rincorriamo come avviene n ambiti governativi”.

Ecco nel dettaglio tutte le nuove misure disposte dal sindaco.

Ordinanza n. 16 del 24/03/2020 ad oggetto: Chiarimenti in merito all’ordinanza nr. 14 del 18.03.2020 ed ulteriori disposizioni per il periodo compreso dal 24/03/2020 e fino al 03/04/2020.
Prot. n 71 P.M. del 24.03.2020
RICHIAMATA la precedente Ordinanza nr. 14 del 18.03.2020 emessa dal Sindaco pro-tempore di questo Comune ai sensi e per gli effetti dell’art. 50 del TUEL, che quivi si intende interamente trasfusa costituendo parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
VISTO

  • il D.P.C.M. del 22.03.2020 recante “Misure Urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”;
  • L’Ordinanza del Ministero della Salute di concerto con il Ministero dell’Interno del 22.03.2020 recante “Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”;

CONSIDERATO l’atto di indirizzo con cui il Presidente della Regione Campania invita i Sindaci della Regione a non introdurre limitazioni relative agli orari di apertura degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio di alimenti e di altri beni di prima necessità al fine di garantire ai cittadini di accedere con continuità ai detti servizi essenziali e di evitare assembramenti e file nei pressi e all’interno degli esercizi medesimi;
RAVVISATA l’urgenza di dover intervenire al fine di prevenire, nell’interesse ed a tutela della salute pubblica eventuali problemi di ordine pubblico;
VISTO l’art. 50 del D.lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii. T.U.E.L. in qualità di Autorità Sanitaria Locale
INTEGRA
L’Ordinanza nr. 14 del 18.03.2020 come di seguito:

  • Per quanto concerne il punto 1) e quindi la regolamentazione della viabilità: tale previsione sarà valida per tutti i conducenti di mezzi ed autovetture, con esclusione dei mezzi di soccorso 118, trasporti pubblici, Polizia Municipale, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e persone autorizzate a far data dal 24.03.2020 e fino al 03/04/2020;
  • Per quanto riguarda il punto 2) in merito alla regolamentazione dell’attività edile pubblica e privata la sospensione fino alla data del 03.04.2020 riguarda tutti quei cantieri o attività edili che comportino la compresenza di personale superiore a due unità, fatti salvi gli interventi urgenti strettamente necessari a garantire la sicurezza o la funzionalità degli immobili ed in ogni caso con obbligo di adozione dei dispositivi di protezione individuale da parte del personale impiegato e delle ulteriori misure precauzionali previste dalla disciplina vigente;

 
ORDINA
per il periodo compreso dal giorno 24.03.2020 al giorno 03.04.2020

  1. l’accesso a tutti i cimiteri comunali è consentito solo per le indifferibili esigenze legate alle operazioni cimiteriali per tumulazioni, inumazioni, cremazioni, estumulazioni, riesumazioni nonché per le attività necroscopico-cimiteriali relative e per le attività di pulizia e manutenzione; l’accesso dei parenti e dei congiunti entro il II^ grado in linea retta e collaterale e per i soggetti destinatari della L.n.76/2016 in ordine alle convivenze ed unioni civili e casi analoghi, ancorché non regolamentati dalla legge, è consentito solo contestualmente alle suddette operazioni unitamente al personale dei servizi funebri; è consentito l’accesso dei ministri di culto delle religioni riconosciute dallo stato italiano nonché gli esecutori testamentari ai sensi dell’art.703 del codice civile per le attività di commiato; devono comunque essere rispettate le disposizioni vigenti atte a ridurre il contagio;
  2. in merito agli esercizi commerciali (supermercati ed esercenti che si occupano di beni di prima necessità) e servizi bancomat agli sportelli esterni siti all’interno del territorio di Lauro, potranno usufruire del servizio solo ed unicamente i residenti e/o i cittadini che vivono a Lauro;
  3. come da ordinanza nr. 20 del 22.03.2020 che: “è fatto divieto a tutte le persone fisiche di traferirsi o spostarsi con mezzi pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute;

con decorrenza dalla data odierna e fino al 3 aprile 2020, a tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso in regione Campania o vi abbiano fatto ingresso negli ultimi 14 giorni per rientrare nel territorio regionale, è fatto obbligo:
– di comunicare tale circostanza al Comune e al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;
– di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali;
– di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;
– di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza;
– in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione”.
Ciò implica che le uniche motivazioni che giustificano la presenza all’interno del Comune di Lauro, sempre con apposite protezioni del caso e con autocertificazione al seguito, sono:

  • validi motivi di lavoro comprovati da apposito contratto per dimostrare quale sia il luogo di lavoro;
  • problematiche amministrative da disbrigare all’interno degli istituti bancari presenti nel Comune (nelle giornate del lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00);
  • accesso agli uffici dell’ASL (nei casi specificatamente individuati e consentiti da quest’ultima);
  • accesso presso il Commissariato di P.S. o i Carabinieri sempre per comprovati motivi ed esigenze;
  • accesso in Farmacia, quando l’esercizio presente nel Comune è in turnazione;
  • la chiusura degli esercizi commerciali di prima necessità, in particolare alimentari e farmaci alle ore 20.00 di ogni giorno;
  • consentire ai titolari degli esercizi alimentari il servizio di consegna a domicilio anche presso i Comuni di Moschiano, Quindici e Taurano onde consentire alla cittadinanza di tali centri di poter usufruire di tutte le derrate necessarie, specificatamente
  • per il Comune di Quindici e le relative frazioni di Beato e Bosagro le derrate relative a carne, pesce e frutta;
  • per i Comuni di Moschiano e Taurano le derrate relative al pesce;

Per i prodotti relativi alla terra, cibo per gli animali, edicole e articoli di ferramenta, solo se questo tipo di esercizi non è presente nei territori indicati, sarà possibile il servizio di consegna a domicilio;

  1. la chiusura al pubblico di tutti gli studi professionali privati, contenendone l’attività, senza il contatto con l’utente finale salvo i casi di comprovata urgenza e necessità;

 
Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto delle misure di cui al presente atto è punito ai sensi dell’articolo 650 del codice penale come previsto dall’articolo 3, comma 4, del decreto- legge 23 febbraio 2020, n. 6;
Il presente provvedimento viene depositato presso il Comando di Polizia Municipale, trasmesso all’Area servizi e tutela del territorio per gli adempimenti di propria competenza e pubblicato sia all’Albo Pretorio del Comune di Lauro che sul sito istituzionale dell’Ente.
Inoltrela presente ordinanza e resa nota mediante affissione all’albo pretorio online e viene rispettivamente trasmessa al                                                                        

  • Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato;
  • Al Comandante Stazione Carabinieri di Lauro;
  • Alla Tenenza della GdF di Baiano;
  • All’ICAM di Lauro;
  • Alla Regione Campania;
  • All’ASL di Avellino;
  • Alla Provincia di Avellino;
  • Comune di Quindici;
  • Comune di Moschiano;
  • Comune di Taurano;

 
Il Personale di Polizia Municipale e le FF.OO di cui alla legge n.121 del 1981, è incaricato di assicurare il rispetto della presente Ordinanza (ART.12-D.lgs 285/92).
 
SI COMUNICA CHE
Al fine di contribuire alla limitazione della diffusione del coronavirus, il Comune di Lauro ha ritenuto di riorganizzare il suo ricevimento al pubblico.
 
Ricevimento del pubblico previo appuntamento
 
A decorrere dal 23 marzo e fino al 3 aprile 2020 (o comunque fino a nuova disposizione) il ricevimento dell’utenza da parte degli uffici comunali è consentito esclusivamente previo APPUNTAMENTO FISSATO A MEZZO EMAIL O PEC con il funzionario preposto esclusivamente per adempimenti urgenti per i quali non è possibile utilizzare posta elettronica, telefax o telefono. Dovrà comunque essere garantito il rispetto delle disposizioni impartite dal Ministero della salute e dalla Presidenza del Consiglio dei ministri.
Vista l’emergenza sanitaria in essere, il Comando della Polizia Municipale manterrà i soliti orari lavorativi, 08.00 – 20.00, per essere disponibile e presente sul territorio in relazione alle diverse necessità che potranno verificarsi.
Per l’accesso a tutti gli altri Servizi comunali si applicano le seguenti disposizioni operative:

  • gestione delle pratiche, laddove possibile, via posta elettronica;
  • ricevimento del pubblico esclusivamente su appuntamento;

Pur comprendendo il disagio, si invita la cittadinanza ad adoperarsi affinché queste misure straordinarie risultino il più efficace possibile.
Si precisa che con la circolare n. 1/2020 del Ministero per la pubblica amministrazione entra «a regime» per gli enti pubblici l’obbligo del lavoro agile o smart-working con le conseguenti sanzioni per quelli che non attuano la necessaria riorganizzazione.
CONTATTI:
Di seguito i recapiti telefonici e gli indirizzi di posta elettronica ai quali i cittadini dovranno fare riferimento per il ricevimento telefonico o l’invio di email:
Ufficio protocollo: E-mail: protocollo@comune.lauro.av.it – P.E.C.: protocollo.lauro@asmepec.it
Segreteria Sindaco/Assessori: E-mail: sindaco@comune.lauro.av.it – P.E.C.: sindaco.lauro@asmepec.it
Segretario Comunale / Settore Affari Generali: E-mail: segreteria@comune.lauro.av.it
Settore Finanziario (Ragioneria): E-mail: ragioneria@comune.lauro.av.it – P.E.C.: ragioneria.lauro@asmepec.it
Ufficio Tributi: E-mail: tributi@comune.lauro.av.it – P.E.C.: tributi.lauro@asmepec.it
Settore Tecnico: E-mail: utc@comune.lauro.av.it – P.E.C.: utc.lauro@asmepec.it
Polizia Municipale: Tel.: 081/824.92.26 – Cell.: 3389171881 – E-mail: polizialocale@comune.lauro.av.it – P.E.C.: polizialocale.lauro@asmepec.it
Ufficio Politiche Sociali, Pubblica Istruzione e Cultura: Email: affarisociali@comune.lauro.av.it e culturaistruzione@comune.lauro.av.it
Si ringrazia in anticipo tutta la cittadinanza per la collaborazione.