BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 17 Ottobre 2020

Covid-19, tutti i chiarimenti sui tamponi e test a cura del Centro Polispecialistico Masi

Per il Mandamento Baianese è sicuramente uno dei periodi più delicati della sua storia. Il Covid-19 avanza inarrestabile e i contagi aumentano sempre di più. Sul territorio si è messa in atto una vera e propria corsa al tampone. In molti ricorrono agli esami anche privatamente per ottenere una diagnosi sull’eventuale positività a stretto giro.

Il Centro Polispecialistico Masi di Sperone chiarisce tutte le differenze degli esami previsti.


Il TAMPONE RAPIDO identifica le proteine del virus, è molto efficace in persone sintomatiche perché una grande quantità di virus.
Il TAMPONE MOLECOLARE identifica la presenza del patrimonio genetico del virus, è molto più sensibile del rapido e rimane il sistema più accurato di diagnosi di Coronavirus.
Il TEST SIEROLOGICO QUANTITATIVO identifica la presenza di anticorpi contro le proteine del virus nel sangue, ovvero indica se in passato la persona è entrata in contatto col virus e danno una risposta di quantità, ovvero quanti anticorpi ci sono nel sangue.
Il TEST RAPIDO O PUNGIDITO identifica la presenza di anticorpi contro le proteine del virus nel sangue, ovvero indica se in passato la persona è entrata in contatto col virus e la risposta è Si o No.
CHIARITO QUESTO VEDIAMO IL DECORSO DELLA MALATTIA
All’inizio della malattia saremmo POSITIVI AL TAMPONE però siamo ancora NEGATIVI AGLI ANTICORPI in quanto questi si sviluppando dopo 8-10 giorni.
Dopo 1 settimana 10 giorni, magari non abbiamo ancora eliminato il virus e si può essere POSITIVI SIA AL TAMPONE CHE AL SIEROLOGICO,
passano altri 15-20 giorni siamo guariti siamo NEGATIVI AL TAMPONE quindi al virus ma POSITIVI AL SIEROLOGICO ovvero agli anticorpi.
Quindi ci può essere un PERIODO FINESTRA in cui si è infetti ma non si sono prodotti ancora gli anticorpi.
Quindi si può essere Negativi al sierologico ma Positivo al tampone perché si è appena infettato e Positivi al sierologico ma negativo al tampone perché è in fase di guarigione.



a>