BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 1 Luglio 2020

Incidente di Avella, la Procura apre un’inchiesta. Il passaggio a livello sarà eliminato

La Procura della Repubblica di Avellino ha aperto un’inchiesta per risalire alle cause dell’incidente di lunedì sulla rete ferroviaria della Circumvesuviana. Lungo la tratta Baiano – Napoli, all’altezza del tratto compreso tra Avella e Roccarainola, un convoglio partito alle ore 17:00 dal capolinea del comune mandamentale, dopo alcuni minuti travolgeva un’auto in transito al passaggio a livello della località “Casale”, ferendo l’autista 64enne.

Il passaggio a livello, sprovvisto di barriere, è regolamentato da un impianto semaforico e da un impianto acustico che, secondo quanto precisato dall’Eav nel giorno dopo l’accaduto, “sono pienamente pienamente funzionanti“.

De Gregorio, manager dell’Eav, inoltre, ha ravvisato “la pericolosità del passaggio a livello decretando la sua chiusura attraverso una cementificazione. Dovremo avere poteri commissariali per chiudere tutti i passaggi a livello non indispensabili. Dalle prime informazioni – ha ricostruito l’accaduto – la macchina avrà tentato di attraversare con segnale rosso e non ce l’ha fatta, venendo urtata dal treno che sopraggiungeva”.

Intanto i Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno provveduto a sequestrare il convoglio e le carcasse dell’auto travolta, cercando di reperire ulteriori elementi utili alla causa delle indagini per accertare eventuali responsabilità di quanto accaduto.

Quanto, infine, al 64enne travolto con la sua Renault Scenic, le condizioni sono buone e resta ricoverato per le cure del caso all’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola.