BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 Gennaio 2020

La nuova legge elettorale: ecco come potrebbe cambiare l’elezione dei parlamentari

Ecco come potrebbe cambiare la nuova legge elettorale per l’elezione dei parlamentari. Camera e Senato sono al lavoro sul nuovo testo di legge che dovrebbe coincidere con il taglio dei parlamentari. 391 dovrebbero essere i deputati (a fronte dei 630 attuali) e 195 i senatori (a fronte degli attuali 315).

Il nuovo sistema elettorale su cui stanno lavorando Pd, M5S, Italia Viva e Leu prevede un proporzionale alla cui ripartizione sono ammessi i partiti che supereranno la soglia del 5%.

Tale testo ha due obiettivi in particolari. Il primo è quello di impedire che il taglio del 30% dei parlamentari provocasse una serie di distorsioni gravi. Con l’eliminazione dei collegi uninominali, infatti, un senatore potrebbe rappresentare 800mila elettori. Con il secondo obiettivo, invece, eliminando la quota maggioritaria si scalfisce la forza attrattiva del primo partito. Dunque la coalizione vincente delle prossime elezioni potrebbe essere rappresentata da più partiti che si presenteranno per conto proprio alle elezioni.

Infine la nuova legge elettorale prevedrebbe anche una “rivincita” per quei partiti che non supereranno la soglia del 5%. Le liste che matureranno tre quozienti in due regioni alla Camera e in una regione al Senato avrebbero diritto a deputati e senatori.