BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 30 Settembre 2014

LIBRI. La recensione di MN: “La mia eccezione sei tu”

Consueto appuntamento in collaborazione con Libri D’incanto. Ecco la recensione proposta:

Titolo: La mia eccezione sei tu
Autore: Patrisha Mar
Editore: Self Publishing
Pagine: 219
Prezzo ebook: € 0,99

Daniel Gant è un modello di successo, bello, sexy, amato dalle donne di tutto il mondo, abituato a stare al centro dell’attenzione. Per uno strano scherzo del destino, il giovane irrompe nella vita della simpatica e tranquilla Sara De Michele, una ragazza in cerca di lavoro e del grande amore che la salvi da una serie infinita di primi appuntamenti terrificanti.Sullo sfondo di una Roma complice, tra schermaglie verbali, gossip, incontri romantici e situazioni comiche, nasce una storia d’amore da favola. Ma i problemi non tardano ad arrivare: velenose ex, fotografie osé e la terribile Spank. I mondi di Daniel e Sara sono forse destinati a scontrarsi?Un romanzo divertente che si legge in un soffio, un amore che conquista per la sua appassionata tenerezza, due personaggi che vi faranno sognare.

RECENSIONE

Ero curiosa di leggere questo nuovo lavoro di Patrisha perché è il primo romance scritto dall’autrice che ha accantonato brevemente il fantasy per dedicarsi a una storia frizzante, dolce e romantica… e diciamolo…quelle storie che piacciono a noi, quando siamo troppo stressate e abbiamo bisogno di staccare dai problemi della vita e di rilassarci con un buon libro. Quando abbiamo bisogno di entrare nel cuore dei protagonisti ed aggrapparci alle loro gioie e paure. Questo è l’effetto che mi ha provocato il romanzo.

Sara De Michele è una ragazza carina, sveglia con una parlantina sciolta e con la mania del controllo. I suoi appuntamenti si rivelano tutti un completo fallimento ed è alla disperata ricerca di un lavoro. Una mattina è in ritardo per un colloquio presso un edifico che ospita una rivista di moda, fashion e gossip. Disperata per aver perso la sua occasione incontra in ascensore il famoso modello Daniel Gant. Ma a un tratto l’ascensore ha un guasto e quella che va nel panico non è lei…ma è l’adone sceso dall’Olimpo che le sta accanto. Daniel soffre di claustrofobia ed inizia ad avere una vera e propria crisi di panico. Per distrarlo Sara inizia a parlare a raffica cercando di calmarlo ma uno scossone dell’ascensore fa precipitare il fotomodello nel panico. Sara, non sapendo cosa fare lo attira a sé e lo bacia. Dopo quel breve ma appassionante bacio Sara fugge mortifica…ma aspettate un attimo. Non è la voce di Daniel quella che la raggiunge alle spalle? 

Devo ammettere che Sara all’inizio non mi andava proprio a genio. Dopo quel bacio ha cercato in tutti i modi di stare alla larga da Daniel convincendosi del fatto che erano troppo diversi: lei troppo ordinaria, lui amato dalle donne di tutto il mondo. Lei sogna l’amore vero e lui…anche. Nonostante sua sorella Virginia, con cui condivide l’appartamento, e l’amica Lia la spingono tra le braccia del fotomodello, la ragazza è incline a lasciarsi andare fino a quando Daniel non si presenta davanti alla sua porta di casa vestito in smoking per portarla a cena. Ora, una persona normale avrebbe accettato ad occhi chiusi, no? Bè, Sara invece deve fare la difficile. Ecco, ammetto che quel suo lato mi ha dato non poco fastidio, ma verso la fine del romanzo (si lo so!) sono riuscita finalmente ad accettare le sue motivazioni.

Daniel invece è di tutt’altra pasta. E’ un gentiluomo fatto e finito.Vive in un appartamento da solo, sa cucinare, sa suonare il piano ed è il fotomodello più pagato al mondo. Ha dei trascorsi difficili e una serie di relazioni alle spalle con modelle bellissime, ma nonostante tutto è un uomo dolce, premuroso e passionale, che apre il suo cuore a Sara e che vuole tenerla sempre al suo fianco. Il suo personaggio mi è piaciuto tantissimo perché nonostante sia l’uomo perfetto ha una dolcezza e un eleganza che in pochi dimostrano. Molti dicono che la perfezione stanca… ma a me… uno come Daniel… non stancherebbe mai. Mi ha conquistata fin da subito. Sara, dal canto suo, con le sue gelosie (a volte motivate) e le sue insicurezze, oltre che una serie di incomprensioni, rende il rapporto spesso altalenante perché nonostante le rassicurazioni e le dimostrazioni di affetto di Daniel non riesce a scrollarsi di dosso l’opinione che sono due persone con vite totalmente diverse. Quante volte avrei voluto prenderla e sbatterla al muro? Tante. Perché Daniel non le ha mai dato un vero motivo per essere gelosa.
ll romanzo è raccontato dal punto di vista di Sara anche se ci sono brevissimi scorci dei pensieri di Daniel. Ci sono alcuni personaggi che fanno brevi ma interessanti apparizioni come la zia, la nonna e i genitori eccentrici di Sara (la mamma è insopportabile), Alessandro il miglior amico di Daniel e Spank la volpina di quest’ultimo che non fa che azzannare i pantaloni di Sara, gelosa per le attenzioni che le rivolge il modello.
Lo stile di Patrisha è fluido e pulito e sa come renderti dipendente dalle sue storie, seppur con qualche paragone di troppo, il libro si legge con facilità. Il finale poi l’ho apprezzato molto, è emozionante e divertente allo stesso tempo. Spero di leggere presto il seguito…

“Non so cosa mi hai fatto, Sara De Michele, ma per te
potrei passare la vita dentro un ascensore”