BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 7 Ottobre 2014

LIBRI. La recensione di MN: “Nove regole da ignorare per farlo innamorare”

Nuovo appuntamento con le recensioni librarie in collaborazione con il blog Libri D’Incanto:

Titolo: Nove regole da ignorare per farlo innamorare
Autore: Sarah MacLean
Serie: Love by Numbers #1
Editore: Leggereditore
Pagine: 448
Prezzo: € 14,00

Una signora non fuma il sigaro. Non cavalca come un uomo. Non tira di scherma e non accetta sfide a duello. Non usa una pistola. Non gioca d’azzardo in un club per gentiluomini. Non bacia appassionatamente…
Lady Calpurnia Hartwell ha sempre rispettato le regole, ma le è servito solo a rimanere sola e insoddisfatta. E allora ha giurato di ignorarle e vivere la vita trasgressiva che fino a quel momento si era negata. Ma per partecipare a ogni festa da ballo, rubare baci di mezzanotte e altri segreti piaceri, Callie ha bisogno di un compagno. Qualcuno che sia esperto nella trasgressione, qualcuno come Gabriel St. John, marchese di Ralston, affascinante oltre ogni dire, con una reputazione pessima e un disarmante sorriso da canaglia. Se non sta attenta, Callie rischia di non rispettare la regola più importante di tutte: quella per cui chi cerca il piacere non deve mai, mai e poi mai, per niente al mondo… innamorarsi.

RECENSIONE
Questo romanzo è capitato tra le mie letture per puro caso. Se non me lo avessero prestato probabilmente non lo avrei mai letto e per questo devo ringraziare la mia parrucchiera che mi fornisce spesso ottimi libri. “Nove regole da ignorare per farlo innamorare” è un historical romance, genere che fino a qualche anno fa prediligevo molto ma che poi ho abbandonato per amore del fantasy. Ogni tanto ho bisogno di farmi trascinare in epoche passate dove l’unico problema delle fanciulle era quello di trovar marito.

Lady Calpurnia Hartwell è una giovane donna di ventotto anni sempre ligia al dovere. Ha superato da un pezzo l’età da marito e preferisce rifugiarsi in biblioteca a leggere romanzi epici come Odissea e Romeo e Giulietta. Callie, per gli amici, non è particolarmente attraente ed è più in carne rispetto alle fanciulle di sua conoscenza. Durante i balli indossa vestiti troppo stravaganti e si apposta in un angolo a chiacchierare con vecchie zitelle e ad osservare le giovani coppie danzare. Nonostante sia troppo ordinaria, troppo passiva, troppo prudente,Callie sogna il grande amore, più precisamente un Lord scapestrato di cui si è innamorata e che un tempo l’ha definita un’imperatrice come il nome che porta. Il Lord in questione è Gabriel St. John, marchese di Ralston. In un momento di ribellione, Callie decide di scrivere una lista di cose da fare per scuotere un pò la sua vita tra cui: baciare, cavalcare come un uomo, assistere a un duello, sparare, essere considerata bella almeno una volta. Con l’aiuto di un certo Lord capirà finalmente cosa vuol dire mettere a repentaglio la sua reputazione e… il suo cuore.

Ambientato nella Londra dell’800, Nove regole da ignorare per farlo innamorare è un romanzo divertente, romantico e con un pizzico di drammaticità. E’ molto coinvolgente e non annoia mai, anche perché è raccontato da due punti di vista quello di Callie e quello di Gabriel e ci permette così di capire le loro personalità, anche perché sono entrambi molti diversi e ammetto di aver fatto non poca fatica a vederli insieme. Callie, è una ragazza ingenua e per questo decide di buttarsi nelle situazioni più disparate senza rifletterci troppo. Il suo obiettivo è quello di portare a termine la sua lista e comportarsi da maschiaccio visto che è ciò che le provoca un minimo di libertà. Vivere in quell’epoca e sopprimere i propri istinti l’ha portata a una decadenza fisica e morale e dopo anni passati all’ombra di salotti il suo mondo viene completamente stravolto. Ho apprezzato molto il suo coraggio così sprovveduto, la sua intelligenza e la sua sobrietà perché Callie è una ragazza normale che sogna un’amore romantico.

Gabriel è un uomo dominante, forte, spudorato, incredibilmente attraente. Ha un fratello gemello di nome Nick e ha appena scoperto di avere una sorellastra, Juliana. Ha avuto un’infanzia difficile a causa dell’abbandono della madre e in seguito alla morte del padre. Per questo non crede nell’amore e non vuole legami seri. Non vuole diventare come suo padre che per inseguire un’amore a senso unico ha trascurato entrambi i suoi figli. Il rapporto con Callie è fatto di alti e bassi di baci strappati e di pentimenti. Mi ha divertito molto l’accordo che hanno fatto all’inizio: in cambio di un bacio Gabriel pretende da Callie di aiutare la sua giovane sorella a introdurla in società. I battibecchi non mancano anche perché Ralston è un uomo abituato ad ottenere ciò che vuole eCallie non ha nessuna intenzione di farsi mettere i piedi in testa.
Mi è piaciuto molto il modo di scrivere dell’autrice che si rivela elegante e ricco di dialoghi ben costruiti. Sarà che io adoro l’epoca dei fatti e gli intrighi che di solito rendono il romanzo indimenticabile, ecco qui non ce ne sono tantissimi anche se la storia ti coinvolge molto, grazie ai diversi personaggi, come Nick, ad esempio, fratello di Gabriel, che io adoro particolarmente perché, nonostante la cicatrice sul viso, è un gentiluomo bello, simpatico, carismatico con la passione per l’arte, poco amante della vita di società e molto diverso dall’autorità innata che emana Gabriel. Sapremo molto di più nel secondo libro che è la storia a lui dedicata. E poi c’è Juliana che con la sua sfrontatezza darà del filo da torcere a entrambi i fratelli. Insomma un romanzo molto carino che mi ha fatto ridere e che mi ha fatto innamorare dei suoi protagonisti.
Per concludere consiglio il romanzo a tutti perché si legge con piacere perché adorerete le dinamiche e perché vi strapperà più di un sorriso.