BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 16 Marzo 2019

MUGNANO. Caso Telecom, si chiude la vertenza delle bollette non pagate

Si chiude la vertenza tra il comune di Mugnano del Cardinale e la Telecom. Una questione che si protraeva da anni e finita in tribunale a causa del mancato pagamento delle bollette da parte dell’ente di piazza Umberto I dal 2013 al 2016. Da quando si è insediato alla guida del paese il sindaco Alessandro Napolitano non ha affatto sottovalutato la questione e dopo una serie di incontri con i referenti dell’azienda di telefonia nazionale e i rispettivi legali interessati, la contesa è stata chiusa grazie all’individuazione di modalità di pagamento che il comune mugnanese ha già previsto in appositi capitoli dei bilanci comunali.

Fino al 2016 la Tim non aveva ottenuto alcun pagamento dal comune di Mugnano del Cardinale e per questo motivo dal Tribunale di Avellino il decreto ingiuntivo sulle casse dell’ente mandamentale per un importo di circa 62mila euro (oltre il rischio della sospensione del servizio).

La transazione sottoscritta prevede un onere complessivo a carico del comune di Mugnano del Cardinale di 50mila euro a favore della società di fornitura della telefonia mobile e fissa. 10mila euro sono stati già corrisposti con due determinazioni nel giugno e nel dicembre 2018. I restanti 40mila euro, infine, saranno versate in tre rate uguali nei prossimi anni.