BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 27 Ottobre 2020

MUGNANO. Covid-19, NAP: “Comune immobile e disattento. Le nostre proposte”

Emergenza Covid-19 a Mugnano del Cardinale, con un’interpellanza i consiglieri comunali di Nuova Alleanza Popolare (Giovanni Colucci, Cristina Caruso, Maria Grazia Napolitano e Stefano Romanini) chiedono delucidazioni al sindaco Alessandro Napolitano.

“I consiglieri comunali Preso atto dell’attuale stato di confusione, paura e disinformazione che, a seguito dell’aggravarsi della crisi pandemica, stanno colpendo la nostra comunità, ritengono necessario ed opportuno procedere alla presente interpellanza allo scopo sia di incentivare e promuovere l’attività di Codesta Amministrazione, che appare prevalentemente immobile e rassegnata, sia di rendere edotta la popolazione su quanto e come si possa procedere nell’interesse della Comunità Mugnanese non affidandosi solo a disposizioni ed iniziative imposte da Enti sovracomunali.

Le amministrazioni limitrofe, nei giorni scorsi, hanno avviato iniziative sia in grado di  garantire una gestione organizzata delle attività di contrasto alla pandemia, sia di introdurre improcrastinabili provvedimenti di sostegno alle attività della popolazione.

A fronte di tali iniziative, il nostro Comune si caratterizza per un assoluto immobilismo e disattenzione.

E’ ovvio che in tali condizioni sorga nella popolazione la sensazione di abbandono che porta ad atteggiamenti anche irrazionali.

Tutto quanto premesso, considerato e atteso, i Consiglieri Comunali del gruppo di Nuova Alleanza Popolare con la presente interpellanza, invitano l’Amministrazione Comunale ad esprimersi sulle seguenti iniziative.

A. Iniziative in contrasto della diffusione della pandemia.

1. Il completamento, in tempi solleciti e attraverso una procedura sicura per tutti gli operatori, del programma di vaccinazione anti influenzale indicato tra le prime attività da realizzarsi per contrastare lo sviluppo della pandemia.

Per quali motivi, anche a fronte della richiesta proveniente dagli operatori sanitari, non si è provveduto, così come è stato fatto dai Comuni limitrofi, alla messa a disposizione in favore dei Medici di Base di strutture nel nostro territorio idonee alla realizzazione della campagna di vaccinazione anti-influenzale?

2. Il tracciamento dei positivi è uno degli strumenti principali contro lo sviluppo della pandemia, difatti altri Comuni limitrofi hanno messo in atto un’attività di screening in collaborazione con l’ASL competente. Individuare ed isolare i positivi asintomatici è uno degli interventi più efficaci nella lotta alla diffusione del virus.

Per quali motivi Codesta Amministrazione non ha ritenuto, di fronte all’aumento dei numeri dei positivi, di procedere anch’essa ad uno screening tra la popolazione.?

Ad oggi, nostri concittadini in quarantena obbligatoria perché contatti di positivi stanno aspettando da oltre dieci giorni di effettuare il primo tampone, in che modo è stata sollecitata l’ASL ad effettuare i tamponi a queste persone.

3. Assicurare supporto alle persone in quarantena, obbligatoria o fiduciaria, è necessario al fine di evitare contatti con il resto della popolazione anche occasionali o forzati.

Per quali motivi non si provvede ad organizzare un servizio di assistenza da parte della Protezione Civile che preveda altresì la consegna ai soggetti in quarantena di viveri e quanto necessario.

4. Perché non si prevedono strumenti di assistenza a favore delle fasce maggiormente a rischio (over 65) al fine di limitarne le esposizioni a possibili contagi?

B. Iniziative a favore della ripresa economica.

  1. Le attività commerciali sono state gravemente messe in crisi. Diversi Comuni hanno provveduto sia a attribuire aiuti finanziari, attraverso i fondi forniti dal Piano di Zona sociale, sia a riconoscere riduzioni della tassazione, in particolare della TARI, a favore delle attività imprenditoriali. Quali iniziative intende perseguire in tal senso l’Amministrazione Comunale.
  2. Durante la prima fase della crisi, diversi aiuti sia economici sia beni di prima necessità, sono stati messi a disposizione della Amministrazione da privati per aiutare le categorie maggiormente a rischio. Quanti e quali di questi beni sono ancora disponibili? E’ possibile avere una rendicontazione di come sono stati utilizzati tali risorse?

In ogni caso,

i consiglieri di Nuova Alleanza Popolare ribadiscono la più ampia disponibilità e collaborazione al fine di sostenere iniziative e provvedimenti volti ad affrontare e lenire le difficoltà dei nostri concittadini, nella convinzione che stiamo attraversando e attraverseremo periodi difficili anche per la convivenza sociale e che l’emergenza Covid 19 non debba essere affrontata per colore politico“.