BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 11 Febbraio 2020

MUGNANO. E’ morto Pasquale Mugnano, fondatore dei Battenti negli Usa

Una triste notizie sconvolge il mondo dei Battenti di Santa Filomena di Mugnano del Cardinale. Negli Stati Uniti d’America, nei pressi di New Windosor, nello stato di New York, nella giornata odierna è venuto a mancare Pasquale Mugnano, storico capo battente, ideatore del rito a pieni nudi oltreoceano e, ovviamente, divulgatore del culto di Santa Filomena nel continente americano grazie alla fondazione della Congregazione di Santa Filomena in America nel 1987.

La sua scomparsa ha sconvolto tutti. E’ stato il figlio Antonio a dare comunicazione tramite Facebook ai connazionali. “E’ con grande tristezza far sapere a tutti che il nostro papà Pasquale è morto questa mattina. Papà è stato un padre e un marito fantastico che ci ha reso quello che siamo oggi. Senza l’educazione dei nostri genitori niente di tutto questo potrebbe essere possibile! I preparativi per il funerale saranno pubblicati il prima possibile”.

Nato a Mugnano del Cardinale Pasquale Mugnano emigrò negli Usa negli anni sessanta dove esercitava l’attività di parrucchiere. Ogni anno, però, puntuale il suo ritorno nel suo paese d’origine e vi restava, in concomitanza dei festeggiamenti di Santa Filomena, per diverse settimane. Subito dopo il rito dei Battenti di Mugnano del Cardinale Pasquale Mugnano tornava negli Usa perché a Cadwick Lake, la domenica successiva, si teneva l’analogo rito di tutti gli emigranti e devoti della santina. In religioso silenzio, e a piedi nudi, Pasquale Mugnano guidava il plotone dei Battenti americani; subito dopo veniva celebrata una santa messa. La giornata si completava con un pranzo e con tanta musica. Da alcuni anni Pasquale, a seguito del peggioramento delle condizioni di salute, aveva ceduto il testimone dell’organizzazione del rito oltreoceano a suo figlio Antonio.

In tanti conservano un ricordo importante di Pasquale Mugnano. Il più importante, ovviamente, è legato alla presenza della Bandiera Americana dei Battenti di Santa Filomena in fila al gruppo sin da Cimitile. Nel suo paese d’origine, in virtù delle condizioni di salute poco buone che ne impedivano il lungo viaggio in aereo, mancava già da diversi anni.