BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 Luglio 2022

MUGNANO. “Manzoni”, i lavori tardano ancora, missione capitolina per Napolitano?

Scuola media “Manzoni”, il via dei lavori tarda ancora ad arrivare. Nonostante l’aggiudicazione degli interventi, e l’affidamento dell’incarico di direzione, manca il tassello principale: il trasferimento delle risorse dallo Stato centrale. A circa cinque anni dall’ottenimento del finanziamento di 2,3milioni per procedere all’abbattimento e alla ricostruzione del plesso, da Roma la situazione non si sblocca. “Nei prossimi giorni – fa sapere il sindaco Napolitano – nel caso in cui non dovessimo ancora ricevere comunicazioni ufficiali dagli uffici ministeriali preposti, ci recheremo in prima persona per chiedere un’accelerazione delle procedure. Purtroppo facciamo i conti con una serie di ritardi non imputabili al nostro operato, ma abbiamo il dovere di spingere affinché la situazione di sblocchi definitivamente”. L’estate mugnanese, sul fronte dei lavori pubblici, pertanto, si preannuncia abbastanza intensa. Entro la fine del mese, infatti, lo stesso primo cittadino intenderebbe consegnare l’area del cantiere alla ditta incaricata. Poi sarà la volta dei lavori, che a seconda delle disponibilità del personale dipendente dell’azienda aggiudicataria, potranno prendere il via anche nel mese di agosto, o in alternativa agli inizi di settembre. “La situazione non può essere più posticipata – rincara la dose Alessandro Napolitano – seguiremo quotidianamente anche questa vicenda perché la realizzazione di un nuovo istituto scolastico, così come progetto finanziatoci, non può essere oggetto di ulteriori ritardi”. Nell’estate del 2018 il sindaco, per gravi carenze strutturali dello storico plesso del “Manzoni”, ordinò il trasferimento delle classi della scuola media presso la sede centrale dell’omonimo istituto comprensivo di via Montevergine. Nonostante una convivenza collaudata nel corso degli anni, l’obiettivo resta quello di riportare la scuola secondaria in una struttura accogliente, rispondente a tutti gli standard di sicurezza e qualità. La marcia sembra essere entrata definitivamente nel vivo.