BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 Marzo 2020

MUGNANO. Napolitano: “Abbiamo fatto un miracolo”: 2,2 milioni per la nuova scuola media

Dopo circa un anno è giunta la fumata bianca: al comune di Mugnano del Cardinale è pervenuta l’ufficialità del finanziamento di 2,2 milioni di euro per l’abbattimento e la ricostruzione dello storico edificio della scuola media “Alessandro Manzoni”. Il comune mugnanese “sentiva” da tempo l’arrivo del provvedimento essendo stato inserito nelle graduatorie meritevoli (era al diciassettesimo posto). L’intero percorso si è concretizzato nella data odierna quando agli uffici comunali è giunta la comunicazione da parte del Ministero dell’Istruzione. Dei 510 milioni di euro stanziati per il piano di edilizia scolastica nazionale, oltre 51milioni sono stati destinati alla Regione Campania, con la quota di 2,2 milioni (appunto) destinata all’ente di piazza Umberto I.

La questione della tenuta della struttura di via Montessori ha rappresentato uno dei primi impegni del sindaco Alessandro Napolitano. A pochi mesi dall’elezione alla guida del paese, in prossimità dell’inizio del nuovo anno scolastico (2018-2019), Napolitano non ci pensò due volte a chiudere l’edificio. “La salute degli studenti viene prima di tutto. In questo momento la scuola media non è idonea a poter ospitare gli alunni facendo fronte a tutte le misure di sicurezza previste dalle normative”, affermava il sindaco.

Napolitano e il suo entourage decretarono il trasferimento delle lezioni della scuola media presso la sede attuale del comprensivo di via Montevergine. Al contempo la fascia tricolore ha sgomitato negli ambienti istituzionali per reperire il finanziamento utile alla realizzazione di un plesso scolastico nuovo di zecca.

Dopo lo spostamento della sede realizzammo un progetto per l’abbattimento e la ricostruzione dell’edificio. In molti storsero il naso, dubitando sulla fattività della nostra scelta politica. Noi, nell’interesse del paese, optammo per una scelta coraggiosa, fummo anche un po’ pazzi ad inseguire questa strategia – ricorda la fascia tricolore – Oggi l’importanza di quella scelta, che vide l’approvazione del progetto già nell’agosto 2018, ci vede beneficiari di un finanziamento che permetterà davvero di poter voltare pagina e consegnare alla cittadinanza una struttura scolastica nel vero senso della parola. In un momento così altamente delicato, in cui quotidianamente forniamo informazioni alla popolazione rispetto ad un evento così drammatico, oggi è uscito un po’ di sole per questo paese. Il nostro lavoro di squadra è stato premiato, abbiamo realizzato un miracolo. Mi preme sottolineare l’impegno e la dedizione di chi, come il consigliere regionale Enzo Alaia, si è battuto per sostenere la nostra causa”.

Napolitano, ora, guarda avanti. “Quanto prima, compatibilmente con la grave situazione che stiamo vivendo, gli uffici comunali predisporranno tutti gli adempimenti utili per il disbrigo delle pratiche amministrative di rito e il via alle procedure per l’effettuazione degli interventi previsti”. Allo stesso tempo Napolitano e i suoi lavoreranno per reperire ulteriori risorse per un medesimo provvedimento da attuare, così come da istanza progettuale già meritevole di finanziamento, per l’annessa palestra comunale. Il progetto di 2,3 milioni di euro ha superato gli step preliminari: ora si attende anche qui il decreto di finanziamento. “Abbiamo intenzione di creare una cittadella scolastica al passo con i tempi – rimarca Napolitano – con il lavoro che produciamo tutti i giorni possiamo riuscirci”.

Non abbasseremo la guardia – conclude il sindaco di Mugnano – ed ovviamente mi aspetto quanto prima l’ufficialità del finanziamento per la realizzazione del nuovo pozzo”.