BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 25 novembre 2018

OSTIAMARE-AVELLINO 1-2. I lupi tornano a vincere in trasferta

OSTIAMARE-AVELLINO 1-2

OSTIAMARE (4-3-3): Giannini; Di Iacovo, Martorelli, Sarrocco, Colantoni (32′ pt Calveri); Bellini, Capella, D’Astolfo; Ferrari, De Iulis, Olivetti (1′ st Chinapah). A disp.: Giannini, Pieri, Ceccarelli, Galli, Pedone, Lazzeri, Chicurco. All.: Greco.

AVELLINO (4-4-2): Lagomarsini; Nocerino, Morero, Dondoni, Parisi; Tribuzzi (19′ st Tompte), Gerbaudo, Matute, Carbonelli; Ciotola (26′ st Sforzini), De Vena (39′ st Acampora). A disp.: Pizzella, Mikhaylovskiy, Mithra, Ventre, Mentana, Di Paolantonio. All.: Graziani.

ARBITRO: Bracaccini di Macerata.

Guardalinee: Matera-Cleopazzo.

RETI: 17′ pt Ciotola (A), 38′ st Sforzini (A), 43′ st Chinapah (O).

AMMONITI: Dondoni (A), Matute (A), Calveri (O), Cabella (O), Sforzini (A).

L’Avellino espugna Ostiamare. All’Anco Marzio, la gara termina due a uno in favore dei biancoverdi, che continuano la rincorsa alle prime posizioni. Attendendo il Trastevere. Il match si sblocca dopo 17 minuti. Punizione dalla trequarti: ci va Tribuzzi. L’esterno biancoverde fa partire un traversone invitante che il portiere Giannini non riesce a controllare. Sulla rocambolesca ribattuta si fionda Ciotola, che con il sinistro insacca in rete. Avellino in vantaggio. Dopo soli tre minuti, i lupi sfiorano il raddoppio. De Vena, in posizione defilata, fa partire un sinistro che sfiora il palo. Brivido per l’Ostiamare. Il primo tempo si consuma con poche occasione ambedue le parti. Poco spettacolo all’Anco Marzio e punteggio che resta bloccato sull’uno a zero. La ripresa vede i padroni di casa maggiormente motivati e a trazione anteriore. Al quarto d’ora del secondo tempo i laziali accarezzano il pareggio. Bellini, da calcio d’angolo, impegna Lagomarsini che allontana la minaccia, e sulla ribattuta D’astolfo raccoglie da posizione invitante, ma spedisce sopra la traversa. Gli uomini di Graziani difendono tuttavia bene il punteggio, arginando l’impronta offensiva degli avversari. Al 26esimo entra Sforzini. E Nandogol ci mette circa dieci minuti per mettersi in mostra. L’ariete biancoverde, imbeccato da un lancio, resiste alla trattenuta di un difensore, avanza palla al piede e, dinanzi al portiere, con un pallonetto gonfia la rete. Raddoppio biancoverde. La gara, però, non è finita. A due minuti dalla fine Lagomarsini complica la vita all’Avellino, regala palla a Chinapah, che ne approfitta e accorcia le distanze. Le ultime lancette d’orologio vedono gli ospiti soffrire e i padroni di casa inseguire l’impresa. Ma il punteggio resta medesimo sino al triplice fischio finale. Ostiamare uno, Avellino due. I lupi conquistano tre punti pesanti, in vista dello scontro diretto, domenica prossima, contro il Trastevere.