BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 14 Agosto 2019

PAGANESE-AVELLINO 2-2. Buona la prima! Alfageme e Celjak regalano il pareggio all’Avellino

di Francesco Alfonso Barlotti

Parola al campo finalmente. Dopo un’estate travagliata vissuta tra sussulti ed aule giudiziarie, l’Avellino esordisce per il primo match di Coppa Italia. Alla prima apparizione stagionale la formazione dell’ex giovanili del Palermo arriva con un buono impatto e determinazione, nonostante il grande gap accumulato rispetto alle altre formazioni a causa del notevole ritardo. Un buon pareggio che soddisfa sia Avellino che Paganese, che fa constatare una squadra ancora in cantiere, ma che ha dato una buona preparazione (anche se parziale).

Ignoffo è costretto a schierare il 3-5-2 con scelte molte obbligate e forzate. Subito spazio dal primo minuto al duo Alfageme-Albadoro. A difendere la porta dell’Avellino è stato Tonti, poiché Abibi non aveva ancora ricevuto l’ok per il transfer internazionale (e probabilmente anche per domenica non arriverà). La formazione biancoverde parte subito con il turbo. Al 5’ lancio lungo di Zullo dalla retroguardia, che serve Alfageme. L’attaccante argentino difende bene la palla e riesce a superare lo scontro fisico con il difensore della Paganese. Alfageme deposita sul lato sinistro della parte e la prima rete stagionale è subito arrivata. Che partenza! Tanto studio e focus tra le due formazioni campane fino a quando al 23’ i liguorini si fanno vivi. Diop si allunga un pallone, m Tonti manda sul fondo. Poco dopo arriva la reazione dei lupi. Al 29’ Alfageme fa da sponda a Di Paolantonio, ma l’ex Ternana spara alto dal lontano. Grave ingenuità di Parisi, che regala il rigore del pareggio azzurrostellato. Al 40’ Carotenuto manda a sedere il terzino di Serino una prima volta, poi la seconda lo stradica in area di rigore. Penaly affidato a Diop: palla da un lato e portiere dall’altro. La Paganese surclassa la rete del pareggio e termina così la prima frazione.

Grande avvio della seconda frazione a favore della Paganese. Cross dalla sinistra per Perri, però calcia alto sulla traversa. Avellino tuona nuovamente nella retroguardia della Paganese con Rossetti. L’ex Torino cavalca tutta la fascia sinistra per poi crossare in area, ma non trova nessuno dei suoi compagni. Cambio tra le fila biancoverdi: Celjak per Petrucci e Micovschi per Parisi. I nuovi innesti biancoverdi si rendono subito protagonisti con la rete del momentaneo vantaggio. Il centrocampista rumeno crossa in area e la sfera arriva all’ex Alessandria, che con grande freddezza appoggia in rete. Paganese-Avellino 1-2. Poco più tardi la doccia fredda per l’Avellino. Da cross proveniente dalla bandierina Mattia è abile ad insaccare. Pareggio degli azzurrostellati e tutto da rifare per l’Avellino, che fino ad adesso aveva dato un ottimo impatto al match. Al 90’ Micovschi serve un’ottima palla ad Alfageme, ma l’ex Casertana calcia con svogliatezza e stanchezza, avendo giocato per tutti i 90’.

Finisce in parità il primo derby campano tra Paganese ed Avellino. I liguorini con la sconfitta e il pareggio di oggi salutano la Coppa Italia di Lega Pro, mentre la formazione di Ignoffo può ancora dire la sua domenica contro il Bari.

PAGANESE (3-5-2): Campani (1′ st Baiocco); Mattia, Sbampato, Schiavino (15′ st Scarpa); Carotenuto, Gaeta (15′ st Lidin), Capece, Bonavolontà, Perri; Alberti (28′ st Dammacco), Diop (41′ st Guadagni). A disp.: Scevola, Pelliccia, Cavucci. All.: Erra.

AVELLINO (3-5-2): Tonti; Zullo (19’ st Njie), Morero, Laezza; Petrucci (14’ st Celjak), Palmisano (37’ st Silvestri), Di Paolantonio, Rossetti, Parisi (15’ st Micovschi); Alfageme, Albadoro (37’ st Carbonelli). A disp.: Pizzella, Falco, Saporito, Corcione. All.: Ignoffo.

ARBITRO: Acanfora di Castellammare di Stabia

MARCATORI: 5′ pt Alfageme (A), 41′ pt Diop (P, rig.), 18′ st Celjak (A), 24′ st Mattia (P).