BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 novembre 2018

PATERNOPOLI-CAROTENUTO 2-1. De Stefano non basta, mugnanesi sconfitti

PATERNOPOLI-CAROTENUTO 2-1
Carotenuto:
Napolitano A., Napolitano A., Monteforte, Napolitano S., Rega, Colucci, Auriemma, Barbarisi, Piazzola, Ferrante, De Stefano.
A disposizione:
De Lucia, Quadro, Rozza, Schettino, Prezioso, Napolitano A.
All. Michele Napolitano

Paternopoli:
Colarusso, Lombardi, Riccio, Cucciniello, Cesa, D’Amelio, Carullo, D’Amato, Carraturo, Grella, Penta.
A disposizione:
Pasquariello, Caló, Casanova.
All. Rolando Carullo

Ammonizioni: Carullo(P), Lombardi(P), Napolitano A.(C), Colarusso(P), Penta(P), Auriemma(C), Grella(P), Cucciniello(P).

Reti: 25′ pt Cesa(P) rig., 36’pt De Stefano(C) rig., 40’pt Grella(P).

Termina due a uno il match tra Paternopoli e Carotenuto. I padroni di casa, al “Giuseppe Inglese” di Fontanarosa, trionfano contro i rossoneri, che hanno da recriminare diverse occasioni fallite sotto porta. La mancanza di cinismo penalizza gli uomini di Napolitano, nonostante una prestazione superlativa, soprattutto nella ripresa. La gara si sblocca al 25esimo. Grella si esalta sulla sinistra, entra in area e viene atterrato da Angelo Napolitano. Per l’arbitro è rigore e ammonizione per il terzino. Dagli undici metri ci va Cesa che spiazza Napolitano. Paternopoli in vantaggio. Arriva immediata la reazione degli ospiti, che si spingono nelle zone di Colarusso. Al 36esimo Ferrante, con uno spunto personale, entra in area di rigore e subisce un fallo da parte di Riccio. È di nuovo calcio di rigore, stavolta a favore dei rossoneri. De Stefano, dagli undici metri, non sbaglia. È uno a uno. Il pareggio, però, dura soltanto quattro minuti. Carraturo brucia la difesa mandamentale e serve, con un traversone rasoterra, Grella. Il numero dieci irpino raccoglie e insacca. Paternopoli nuovamente in vantaggio. Il primo tempo si chiude con il medesimo punteggio. La riprese vede un Carotenuto maggiormente aggressivo, a trazione anteriore. Gli uomini di Napolitano chiamano in causa Colarusso, non riuscendo però a concretizzare le occasioni create. Prima Prezioso, che fallisce a pochi metri dalla porta. Poi Monteforte, che colpisce il palo. E ancora De Stefano, ad un passo dalla rete sulla ribattuta. L’estremo difensore si supera. Nulla da fare. La malasorte nega il pareggio al Carotenuto, che esce sconfitto dal “Giuseppe Inglese” ma forte della propria prestazione. Ora, testa al prossimo match. Al “Sanseverino” arriverà il Real San Martino.