BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 27 Luglio 2019

PROVINCIA. Il premier Conte “conia” il modello Biancardi per lanciare il turismo in Italia

Una piattaforma turistica per il decollo del Turismo in Italia. Il premier Conte lancia la sua proposta mentre l’Irpinia, con alla guida il presidente della Provincia di Avellino Domenico Biancardi, ha già compiuto innumerevoli passi in avanti in tal senso.

Nelle ultime ore il premier ha affermato: “Puntiamo a realizzare un sistema web che contenga tutta l’offerta turistica e culturale del paese”.

“Questa mattina ho coordinato a Palazzo Chigi una importante riunione per rilanciare una delle risorse più preziose che caratterizzano il nostro Paese: il turismo”, scrive sulla sua pagina Facebook Conte.

“La riunione di questa mattina è stata una proficua occasione di confronto con i ministri presenti: innanzitutto il ministro per l’agricoltura e il turismo Centinaio e poi il ministro dei beni culturali Bonisoli, il ministro per il Sud Lezzi, il ministro degli Esteri Moavero Milanesi, il ministro per gli Affari regionali Stefani – si legge nel post – Hanno partecipato anche il Presidente dell’Enit Palmucci, l’Amministratore delegato delle Fs Battisti, il Presidente di Aci Sticchi Damiani, al fine di avere una visione di insieme della nostra offerta turistica e rafforzare la programmazione in quest’ambito, vera e propria eccellenza mondiale”, racconta il premier Giuseppe Conte in un post su Facebook.

“Abbiamo deciso di lanciare un piano articolato: ‘Progetto Turismi’. Al plurale. Sì perché l’Italia, rispetto ad altri Paesi, offre lungo tutto il territorio nazionale una ricca varietà di esperienze turistiche. Il ministro Centinaio, con il presidente di Enit Palmucci, sta inoltre preparando una grande piattaforma digitale che conterrà tutte le offerte integrate di percorsi turistici che la nostra Penisola è in grado di offrire, dal cicloturismo a quello alpino, dal turismo “dolce” ai percorsi enogastronomici e molto altro ancora”.

“Questo governo sta sviluppando il trasporto intermodale per offrire servizi sempre più integrati, facilitare e potenziare i collegamenti, ad esempio, tra i principali aeroporti e le città, e diminuire le distanze che separano le nostre bellezze paesaggistiche, culturali e architettoniche”, sottolinea il presidente del Consiglio.

Ebbene l’impulso all’azione turistica di cui parla il Premier in Irpinia è già in fase avanzata. Il presidente della Provincia di Avellino Domenico Biancardi, partendo dal modello vincente del comune di Avella (di cui è sindaco), ha già promosso lo stesso progetto.

Proprio nei giorni scorsi, infatti, al termine di una lunga serie di consultazioni che hanno permesso di presentare e condividere l’istanza in tutto il territorio di competenza, il consiglio provinciale ha licenziato l’approvazione della Fondazione Destinazione Irpinia che prevede, tra i suoi obiettivi, la realizzazione di una piattaforma per la crescita e la valorizzazione del settore turistico della provincia tutta. Visti i passi in avanti computi dal progetto su cui il presidente Biancardi ha fortemente scommesso sin dal suo iniziale approdo alla guida di palazzo Caracciolo l’Irpinia, nell’ottica di un’eventuale interazione con il governo su scala nazionale, potrebbe rappresentare sicuramente un modello da seguire. E così dopo la Regione Campania anche il governo nazionale potrebbe essere “costretto” ad imitare, ed elogiare, una strategia vincente di sviluppo locale.