BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 2 dicembre 2018

PROVINCIA. Il primo mese da presidente di Biancardi: “Voce a tutti i territori”. VIDEO

Dopo l’elezione del primo novembre scorso, per Domenico Biancardi è trascorso il primo mese da mese da presidente provinciale. Nell’occasione di “Mugnam Festival” c’è l’opportunità di fare un primo bilancio.

Il mio impegno sarà adeguato rispetto alle esigenze di ogni territorio della Provincia di Avellino. La priorità sarà quella di non commettere gli errori degli altri. La Provincia deve essere vicina a tutti i territori e io sono pronto ad accogliere tutti i sindaci e gli amministratori per dare voce alle loro esigenze”.

Rispetto al mutamento delle gerarchie politiche provinciali che ora, grazie al connubio Alaia-Biancardi, vedono il Mandamento punto nevralgico, il sindaco di Avella resta cauto. “Come ribadivo pocanzi la responsabilità per questo impegno è elevata. L’unicità territoriale non può non passare inosservata, ma noi dobbiamo rappresentare tutti i territori irpini attraverso la loro promozione. Enzo Alaia va profondamente ringraziato ed è merito suo se oggi in tanti ci temono. Giorno dopo giorno constatiamo sempre più l’importanza di un successo elettorale che ci fa comprendere l’entità dei personaggi che abbiamo abbattuto. Diverse aree si sono unite per dare una mossa ai loro territori ed è stata una reazione forte nel tempo in cui la politica non ha più un senso teorico ma pratico. Per questo motivo chi non è per il territorio è contro di noi”.

L’impegno del presidente della Provincia comincia ad entrare nel vivo. “In giro per l’Irpinia ho avvertito l’eco del processo di crescita che c’è stato ad Avella. Nel campo culturale e del turismo mi farò promotore di questa necessità cercando di asportare il tutto al livello provinciale con la Fondazione di prossima costituzione denominata Destinazione Irpinia. L’accoglienza sui territori, e l’Irpinia ha tantissime potenzialità, sarà fondamentale. Quello di Avella oggi è l’unico Siat presente in provincia di Avellino: il mio impegno farà si che si giungerà ad almeno venti sistemi di accoglienza e promozione, perché quando un turista arriva sul territorio dovrà essere accolto degnamente nel corso della sua visita. Ho intenzione di promuovere una piattaforma tecnologica in cui tutti i comuni vadano ad interfacciarsi. E’ il momento di svoltare e di metterci in rete”.

Il programma di crescita provinciale non può non passare per la valorizzazione delle eccellenze locali. “Per quanto riguarda il salame di Mugnano del Cardinale va preso a riferimento l’esempio di Avella che si è dotato del marchio Deco per proteggere la qualità del prodotto tipico della nocciola”.