BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 11 Maggio 2020

QUADRELLE. Colucci: “Pronto a metterci la faccia alle prossime elezioni”

Antonio Colucci, referente “Forza Italia” di Quadrelle, si rivolge agli attuali politici sostenendo che “Alcuni, per leggerezza, mancanza di responsabilità o per accontentare terzi, sembrano aver dimenticato gli ideali della politica. Tutto ciò ha indotto la maggior parte delle persone a ritenere che la politica sia diventata intrigo, ciarlataneria, interesse personale e nulla più.

Chi ama il suo popolo e il suo territorio ha, in realtà, il dovere di fare politica nell’interesse del paese e non guerre personali poiché, come ho sempre ribadito e non mi stancherò mai di dirlo, “l’unione fa la forza”.

Come diceva il grande Alcide De Gasperi, fare politica vuol dire” realizzare”. Quello che i nostri cari politici non hanno capito, secondo me, è che non bisogna sopravvalutare il potere della legge, poiché essa non è onnipotente, nel senso che non ha il potere di cambiare la natura delle cose. Se i nostri cari politici si sentono così onnipotenti, allora perché in tanto tempo non hanno risolto il problema dell’inquinamento? Sono bastati due mesi per la ripresa della natura, con aria, acque alquanto più pulite e alcuni animali che sembrano aver riacquistato un loro equilibrio. Leggo tutti i giorni di pressing a De Luca e sono anni. Io penso, usando una metafora calcistica, che se un attaccante non riesce a fare goal, bisogna sostituirlo”.

Nel mirino di Colucci ci sono le prossime elezioni regionali. “Voglio dire, ancora, due parole a proposito della data e di eventuali elezioni di luglio. Elezioni senza criterio poiché esse andrebbero fatte in un clima di tranquillità e in un periodo di equilibrio che, attualmente, per varie ragioni, non esiste. La gente è confusa, ha paura, è indifesa contro un nemico invisibile, che miete vittime in tanti campi. Di conseguenza non si potrebbe fare una campagna elettorale seria e concreta. Mi viene spontaneo dire che De Luca se la canterebbe e suonerebbe da solo. Qualche domanda mi sorge spontanea. Fino al mese scorso chiusura totale, oggi riapertura. Si vedono tante persone in giro, senza rispetto delle più banali regole di protezione; Conte promette che gli italiani andranno in vacanza…ma se, malauguratamente, aumentassero i contagi e ci saranno nuove chiusure, con morti e soldi che si perdono, come popolo italiano, cosa dovremmo fare? Allora questa pandemia esiste o no? Oppure si vuole aprire tutto per paura di perdere consensi?

Capitolo elezioni comunali. “Per quanto riguarda, infine, Quadrelle, io ritengo che non avrebbe senso fare le elezioni senza una campagna elettorale seria e concreta. Il paese già sta vivendo una situazione delicata e quindi ha bisogno di una classe politica che dia sicurezze e faccia recuperare i vecchi valori, soprattutto quelli della famiglia e dell’amore tra gli abitanti. Io sono pronto a scendere di nuovo in campo e come si suol dire “a rimetterci la faccia” poiché sono pulito e mi sono sempre impegnato per il mio paese. Chi mi conosce bene sa che panni vesto, come ho sempre agito e continuo ad agire camminando a testa alta, anche se qualcuno parla a sproposito”.