BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 28 Giugno 2020

QUADRELLE. Conte si candida: “Propongo la mia faccia di umile servitore del popolo”

Dopo quella di Nicola Guerriero arriva un’altra ufficialità per lo schieramento di Quadrelle Civica. Simone Rozza accoglie nella sua compagine l’ex amministratore Fortunato Conte. Una nuova scelta all’insegna dell’esperienza, quella adoperata dall’ex sindaco, che riempie un’altra casella della sua lista.

Sono molto felice di entrare a far parte dello schieramento di Quadrelle Civica – afferma Fortunato Conte – dopo esser stato sostenitore, ma anche presentatore della squadra alle passate elezioni, ora mi accingo a questa nuova sfida con grande entusiasmo e determinazione. Sono una persona – tiene a sottolineare Conte – sempre disponibile alle esigenze del cittadino e così come in passato, anche quando non ricoprivo alcuna carica amministrativa, non ho problemi nel mettermi a disposizione per risolvere i problemi della comunità”.

Conte non sembra essere affatto spaventato rispetto alle innumerevoli questioni da affrontare in caso di elezione. “L’essere amministratore ti espone ad essere punto di riferimento per qualsiasi discorso. Noi dovremo essere bravi ad essere sempre dalla parte del cittadino individuando tutte quelle azioni che mirano al miglioramento delle loro condizioni. Ovviamente il tutto va finalizzato attraverso una programmazione che dia nuove prospettive a questa comunità. Purtroppo per un ente piccolo come il nostro esser rimasto fermo per circa un anno costituirà un dazio molto pesante che si dovrà pagare nel futuro prossimo. Confidando nelle capacità del sindaco e dei colleghi che entreranno a far parte dell’esperienza amministrativa punteremo subito alla ricerca dei fondi europei e alle opportunità da cogliere con l’interazione con gli ambiti sovracomunali”.

Conte, dunque, è già in campagna elettorale. “Sono sereno e non ho affatto paura di sottopormi al giudizio dell’elettorato. Nel corso degli anni non mi sono mai nascosto ed è per questo motivo che, senza problemi, ripropongo in primis la mia faccia di umile servitore pronto a tutte per dare una nuova vita a questo paese. Non chiedo solo voti, ma soprattutto partecipazione perché la vera vittoria per un’amministrazione resta quella del coinvolgimento del popolo. Tra le iniziative di cui vorrei farmi promotore ci sarà quella dell’istituzione dell’ufficio reclami, un punto d’ascolto dove una o due volte a settimana i cittadini incontrano gli amministratori per manifestare le loro esigenze”.