BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 13 Maggio 2020

REGIONALI. Resistenza M5S: addio alle elezioni a luglio?

Le elezioni regionali a luglio ora si allontanano. Le perplessità del Movimento 5 Stelle ad accelerare l’iter per la modifica normativa (così come richiesto dai Governatori uscenti interessati), potrebbero portare al voto, così come previsto, nel prossimo ottobre.

Nelle ultime ore l’accordo politico nella maggioranza per il ritorno alle urne a luglio non sarebbe stato trovato.

Il termine per la presentazione degli emendamenti al Dl elezioni nella Commissione Affari Costituzionali scadrà venerdì. L’accordo bipartisan per dare l’ok allo svolgimento delle elezioni in estate è saltato soprattutto rispetto ai dubbi del Movimento 5 Stelle sulla situazione in Campania. I grillini, infatti, lavorerebbero ancora sulla possibilità di un accordo con il Pd per quanto riguarda un nome da avvicendare al Governatore uscente De Luca. Quello di Sergio Costa, già da qualche mese, è stata l’indicazione avanzata dal Movimento 5 Stelle. A De Luca, in cambio, verrebbe offerto un incarico governativo. Tale trattativa, però, preso atto anche della risalita di De Luca nei sondaggi, non dovrebbe decollare e potrebbe essere interrotta sul nascere.

Nel frattempo resta spaccato anche il centro destra con Forza Italia che al momento resta orientata per il voto ad ottobre.

Non è escluso che alla votazione in Parlamento possa verificarsi un’alleanza tra Pd e Lega che spingono, ovviamente, per le elezioni, ai fini di una riconferma, di De Luca ed Emiliano in Campania e Puglia, e Zaia in Veneto.