BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 6 Aprile 2019

SCANDONE. Arriva Trieste, obiettivo vittoria

di Francesco Alfonso Barlotti

Finalmente si appresta a terminare il lungo pellegrinaggio della Scandone tra la Campania e il ritiro di Porto San Giorgio per svolgere le proprie sessioni d’allenamenti e lunedì l’atteso ritorno tra le mura amiche.

Martedì,poi, la Sidigas Avellino sarà impegnata nel recupero della 25^ giornata contro l’Alma Trieste e tra le fila biancoverde c’è voglia di riscatto, dopo il doloroso ko rimediato contro la Victoria Libertas Pallacanestro

IL RITORNO A CASA. La Sidigas Avellino, infatti, ha dovuto abbandonare per circa tre settimane l’impianto di Via Zoccolari per la serie di lavori programmati al Palazzetto, in vista delle imminenti Universiadi, che si terranno in estate. Il PalaDelMauro ha rivisto delle migliorie all’impianto d’illuminazione e la levigatura del parquet. Assaporeranno delle novità anche gli stessi giocatori della Sidigas, poiché anche gli spogliatoi sono stati protagonisti del restyling. Prossimamente avverrà l’installazione dei tornelli presso gli ingressi dei vari settori.

VERSO TRIESTE. Vucinic e i propri uomini devono rialzare decisamente la testa, dopo il clamoroso harakiri di domenica scorsa contro Pesaro. Primi due quarti letteralmente dominati dagli irpini, poi, alla ripresa della seconda frazione il conosciuto e consueto “black-out” Sidigas, dove ha visto la Scandone uscire sconfitta clamorosamente 91-89.

Martedì arriverà l’Alma Trieste, che all’andata umiliò letteralmente gli irpini, vincendo con 40 punti di scarto e sarà vietato sbagliare. La Sidigas Avellino ha fame di vittoria e vuole vendicare il duro scacco rimediato in Friuli-Venezia Giulia e dimenticare la brutta prestazione di domenica scorsa. Un’altra eventuale disfatta allontanerebbe la quarta posizione in classifica e comprometterebbe alquanto la qualifica ai play-off, perciò occhio ai risultati provenienti dalle altre partite di domenica come Fiat Torino- Openjobmetis Varese e Vanoli Cremona- Vuelle Pesaro.

Il coach jugoslavo potrebbe mandare ai box Hamady N’Diaye in vista del posticipo di martedì contro l’Alma, non al top e meno determinante rispetto alla scorsa stagione, soprattutto per gli infortuni rimediati e per il recente problema alla schiena. Stesso discorso anche per Ariel Filloy, rientrato da poco dall’infortunio alla schiena e la performance contro Pesaro non è stata delle migliori. Potrebbe, invece, partire dal primo minuto l’ex di turno Silins al top della sua condizione in questo momento, dopo aver visto il match di domenica scorsa dalla tribuna.