BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 11 Agosto 2019

SCANDONE. Continua la burrasca, Lawal:”Dopo 15 mesi Avellino mi deve ancora molti soldi”

Continua ad essere drammatica ed avvolta dall’incognita il futuro della Scandone Avellino. Prima i noti i problemi della casa madre Sidigas, successivamente l’auto-retrocessione in Serie B ed infine l’incertezza di iscriversi al campionato. Non da meno è stata la contestazione dell’Agenzia dell’Entrate per oltre 500 mila, in seguito alle segnalazioni svolte dalla Guardia di Finanza.

Le fiamme gialle avevano contestate le cifre relative relative agli stipendi dei giocatori, meglio delle ritenute non operate. Proprio a quattro giorni dagli avvisi degli accertamenti portati avanti dalla Guardia di Finanza è l’ex centro Shane Lawal. Il cestista nigeriano ha tuonato nuovamente tramite il proprio profilo Instagram contro la dirigenza irpina per i mancati arrestati stipendi non ricevuti: “E’ immorale quando una società offre dei soldi che non ha a disposizione. Non posso avere rimorso per questo team, perché ho delle bocche da sfamare. Mi dispiace per i tifosi, che hanno assistito a tutto questo. Dopo 15 mesi Avellino mi deve ancora molti soldi. Non sono un bugiardo, vi avviso che ho le prove. Spero che il Sindaco o chi per lui possa risolvere la situazione”. 

Anche Dez Wells e N’Diaye hanno commentato il post dell’ex Dinamo Sassari, dando ragione al nigeriano, i quali potrebbero essere ancora in attesa di percepire gli arretrati.