BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 29 Aprile 2019

Scandone, Maffezzoli: “Non si può giocare solo per 25 minuti”

di Francesco Alfonso Barlotti

La Sidigas Avellino ha cercato di tenere alla capolista Milano fino all’ultimo secondo, fino a sfiorare negli ultimi secondi dell’ultimo quarto l’impresa di vincere in casa dei lombardi. Maffezzoli analizza così il ko contro l’Olimpia, dopo il successo casalingo contro Torino:  “Non mi aspettavo l’approccio che i miei giocatori hanno avuto nel terzo: non può essere sufficiente pensare di venire a vincere a Milano giocando 25 minuti. Nonostante questo, ci siamo andati abbastanza vicini. Non siamo stati bravi a cogliere l’occasione e ci sono tanti rimpianti da parte mia questa sera, senza voler togliere nulla a Milano, che ha vinto meritatamente perché è stata più cinica di noi.”
Domenica prossima arriva l’Happy Casa Brindisi al PalaDelMauro, sfida importantissima e cruciale per il pass dei play-off: “Domenica ci attende una battaglia contro Brindisi, decisiva ai fini della qualificazione ai playoff. Come facciamo sempre, ci prendiamo ciò che di buono si è visto questa stasera e cerchiamo di limare il più possibile gli errori.” La buona prestazione della Sidigas, nonostante il ko: “La squadra sta lavorando tanto e con grandissima intensità: chiaramente venire a giocare a Milano rappresenta una vetrina che di per sé mette inevitabilmente un po’ di pressione, forse per questo l’inizio non è stato dei migliori. Tuttavia, nei restanti 35 minuti abbiamo dimostrato di non essere in vacanza e, una volta iniziato a giocare come sappiamo, abbiamo continuato a farlo. Ripeto che la partita è stata decisa nel terzo quarto: 6 palle perse non le posso accettare e dovrò analizzare il perché di tutto questo”