BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 22 Maggio 2020

“Si Mandamento, No Party”: allarme “movida” con l’incubo di nuove chiusure

“Si Mandamento, No Party”: allarme “movida” con l’incubo di nuove chiusure

“Si Mandamento, No Party”. Arriva il primo week end di apertura totale dei locali, ma le regole per la movida saranno stringenti. Anche sul territorio del Mandamento Baianese. Per i party tipici dei mesi precedenti, e a maggior ragione per quelli della stagione estiva, quelli che chiamano a raccolta un bel po’ di giovani mandamentali, ci sarà da attendere. la “sofferenza” perdurerà ancora per qualche settimana, se non per qualche mese addirittura. Dunque bisognerà ancora attendere di poter vedere i giovani con bicchieri in mano al di fuori dei locali.

Nonostante l’ordinanza del Governatore De Luca di mercoledì 20 maggio, infatti, resta rigoroso il protocollo comportamentale cui fare riferimento anche in Regione Campania. A cominciare dall’orario di chiusura: stop alle ore 23. Ed oltre quell’ora nessuna possibilità di procedere alla vendita d’asporto. In pratica occorre andarci cauti, a piccoli passi, perché la situazione potrebbe degenerare. A rischiare anche gli stessi proprietari dei locali che potrebbero vedersi comminare la chiusura dell’attività.

Al primo posto delle preoccupazioni ci sono gli eventuali assembramenti che potrebbero riformarsi. Al riguardo l’indicazione del Governo al Viminale è stata chiara: nessuno sconto e sanzioni salate (fino a 3mila euro) per chi viola i divieti in materia. “Il Virus è ancora in circolazione”, ha rammentato il premier Giuseppe Conte nelle scorse ore. Consumare una birra non è proibito, ma è obbligatorio allontanarsi quanto prima dal luogo onde dar origine, appunto, ad assembramenti. Una situazione che a parole potrebbe sembrare semplice, ma che nella realtà potrebbe sembrare, invece, molto più complessa. Ed è per questo che è richiamato un elevato senso di responsabilità da parte dei giovani in particolar modo onde evitare l’intervento dei sindaci a cui è affidata la facoltà di determinare la chiusura anche di singole aree in caso di inosservanza alle normative vigenti.

Il timore che la situazione legata alla movida possa degenerare è elevato anche nel Mandamento Baianese, ed è per questo che già in questo “caldo” week end (come annunciato dalle condizioni meteorologiche) le autorità di polizia terranno fortemente sotto osservazione tutti i luoghi che in virtù delle riaperture sono destinati a ripopolarsi. Carabinieri, Guardia di Finanza ed anche la Polizia Locale vigileranno attentamente sull’evolversi della situazione. Con la speranza che non ci sia bisogno del proprio intervento.