BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 Gennaio 2019

SIRIGNANO. Amodeo: “Ecco a voi Colucci, il principe della bugia”

La replica, scontata, non si è fatta attendere. Luigi Amodeo non le manda a dire e replica a muso duro al sindaco di Sirignano Raffaele Colucci.

Il consigliere comunale di Noi con Voi comincia con la questione Pro Loco. “Caro Sindaco, la “Pro-Loco Sirignano” ha ricevuto due soli finanziamenti regionali: uno di 896 € nel 2012 gestito dai miei predecessori, ed un altro di 1.110 € nel 2015 che durante i miei due anni (2015 e 2016) da Presidente, ti dovrebbero ben chiarire le idee i vari soci che tutti i giorni incontri al bar, che hanno democraticamente ed in pubblica assemblea deciso l’utilizzo del contributo regionale acquistando una TV led 42’’, tre tavoli, 12 sedie ed altri arredi per la sede. Ed anche i tanti ragazzini che tutti i giorni giocano nel campetto adiacente alla piscina comunale grazie alle due porte da calcetto “in acciaio” da noi acquistate ed installate, lasciando un residuo di circa 300 € al mio successore“.

Capitolo “palazzi in pericolo…”. “Per quanto riguarda i palazzi che potrebbero “SGARRUPARSI” hai pienamente ragione… Anche secondo me in giro per Sirignano sarebbero molti quelli da ricontrollare bene. Su questo argomento quando vuoi possiamo organizzare una pubblica discussione“.

Questione amministrativa. “Ora, precisando innanzitutto che io dei tuoi fatti personali non ho mai parlato anche perché non interessato, è invece lecito e doveroso fare il punto della situazione amministrativa del nostro paese dopo oltre undici anni di amministrazione Colucci. Il Sindaco, durante la prima, la seconda e anche l’ultima campagna elettorale aveva promesso che: – Nei primi giorni di “governo” sarebbe stato approntato e reso funzionale il nuovo PUC (ex Piano regolatore). Dopo oltre undici anni a che punto siamo? A zero! – Il VIALE MICHELANGELO sarebbe stato riasfaltato e ristrutturato in tempi brevi. Dopo oltre undici anni a che punto siamo? A zero! – L’ ILLUMINAZIONE PUBBLICA sarebbe stata riammodernata, addirittura si parlava di luci a led. Dopo oltre undici anni a che punto siamo? A zero! – Il problema disoccupazione sarebbe stato risolto attivando (per intervento divino?) le famose guardie ambientali e altri posti al comune. Dopo oltre undici anni a che punto siamo? A zero! Tanti giovani e non solo giovani sono invece dovuti emigrare, dopo aver perso troppi anni credendo alle tue false promesse. – Avevi promesso l’AMPLIAMENTO del CIMITERO, vendendo addirittura loculi virtuali ai cittadini. Dopo undici anni i nuovi loculi dove sono? Forse nel cassetto delle idee smarrite di questa amministrazione, dico io! – Il Sindaco aveva più volte annunciato l’UNIVERSITA‘ al Palazzo Caravita, Ipermercati, Parchi Giochi e addirittura CAMPI da GOLF sulle nostre montagne. Solo fantasmagoriche bugie, dico io. – Il Sindaco aveva promesso di riattivare il SERVIZIO di TRASPORTO PUBBLICO SCOLASTICO ed invece niente, anzi agli alunni è stata CHIUSA anche la PALESTRA comunale per inagibilità strutturale. Ormai dopo oltre undici anni è sotto gli occhi di tutti il livello bassissimo dell’amministrazione Colucci, sicuramente la peggiore di sempre, nonché la sua totale impreparazione a gestire la cosa pubblica. Assistiamo, ancora una volta, ad un’attribuzione di colpe e responsabilità nei confronti di tutti all’infuori di se stesso. Nessuno vuole essere così ipocrita nell’affermare che nella macchina comunale tutto vada bene e tutto funzioni come dovrebbe funzionare. Però lo stato attuale delle cose è assoluta responsabilità di scelte e indicazioni politiche fatte senza criterio e senza la responsabilità di immaginare le possibili conseguenze delle stesse. Amministrazione Comunale che negli ultimi undici anni ha sperperato il denaro pubblico, con incarichi legali inutili e senza alcun ritorno per le casse comunali, per finanziare feste, per una cattiva gestione dei rifiuti (mai una gara pubblica) tentando addirittura di AUMENTARE LA TASSA DEI RIFIUTI con un Consiglio Comunale URGENTE il giorno della vigilia di Sant’Andrea. Strutture comunali date in gestione a privati che non rendono quasi nulla, l’esempio peggiore quello della società OLIMPIA srl che gestisce la “Casa degli Anziani” morosa per quasi 100.000 € e, udite udite, pare addirittura vogliono rinnovare agli stessi il contratto scaduto il 14/12/2018… COSE DA PAZZI! (Poi dite alla gente che siamo noi a creare i problemi) Un enorme debito da onorare per il “Castello Caravita“, struttura inutilizzabile per mancanza di essenziali certificazioni e degli impianti di sicurezza, oltre ai lavori fatti male (umidità ed infiltrazioni d’acqua) o addirittura non fatti (pavimentazione del cortile, arredi nella torre, bagni incompleti, etc. etc.). Il precipitare degli eventi maturato recentemente è causa dell’Amministrazione Colucci; la sua arroganza e l’uso dei numeri in Consiglio Comunale per fare approvare atti contrari ad una politica di risanamento, abbinata con inadeguatezza istituzionale manifestata nei rapporti con la Corte dei Conti, hanno condotto alla situazione in cui ci troviamo. Negli ultimi due/tre anni è stato anche “PROSCIUGATO” il CONTO in BANCA del comune con continui anticipi di cassa. Siamo stati continuamente attaccati per aver criticato scelte finanziarie che oggi sono la base delle cause del prossimo DISSESTO. Per troppi anni Colucci ha avuto carta bianca, da un anno e mezzo non è più così, ecco perché recentemente Raffaele è poco sereno. Tutto questo purtroppo rappresenta solo una piccola parte del fallimento della politica finanziaria di Colucci & C., come accertato dagli organi di controllo, a Sirignano non si riesce nemmeno a quantificare la somma certa dei debiti, ci vorranno purtroppo molti anni per risolvere i danni fatti. Ecco Sindaco, io chiedo tue risposte su questi argomenti e non su altro, argomenti che interessano tutti i cittadini di Sirignano. Concludo chiedendo, ai TANTI sirignanesi per bene, di aprire gli occhi e di interessarsi attivamente alle sorti del proprio paese, di non temere nessuno, altrimenti a governare Sirignano saranno sempre i PEGGIORI. Dopo oltre undici anni, Raffaele fai finalmente una cosa buona per il paese: CHIEDI SCUSA e DIMETTITI SUBITO“!