BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 13 Agosto 2019

SIRIGNANO. Giorni contati per l’amministrazione Colucci: ecco cosa sta accadendo

Giorni contati per l’amministrazione comunale di Sirignano. Ancora una volta il sindaco Raffaele Colucci e la sua squadra amministrativa finiscono nel mirino delle autorità preposte ai controlli. Prefetto di Avellino e Difensore Civico della Regione Campania contano i giorni all’esecutivo sirignanese. Entro la fine del mese di agosto potrebbero esserci risvolti clamorosi in seno all’ente di piazza Aniello Colucci.




Capitolo Prefetto. Nei giorni scorsi al comune sirignanese è pervenuta l’attesa diffida dell’ente di governo del Capoluogo. Il Prefetto Maria Tirone, come prevedibile, ha intimato la convocazione del consiglio comunale nel giro dei successivi giorni (quindi fino al 29 agosto) per l’approvazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio. L’adempimento andava approvato in assise entro il 31 luglio scorso. Il comune sirignanese, alle prese con le note difficoltà finanziarie, non aveva proceduto all’approvazione del documento dove sussistevano i pareri non favorevoli del responsabile finanziario comunale e del revisore dei conti. Se entro il 29 non dovesse esserci la convocazione del consiglio per l’approvazione del documento in questione, il Prefetto procederà, così come riportato nella “diffida”, allo scioglimento del consiglio comunale.

Capitolo Difensore Civico. Negli ultimi giorni a rendere ulteriormente ingarbugliato il quadro amministrativo è pervenuta la missiva del Difensore Civico della Regione Campania. L’organo di palazzo Santa Lucia “reclama” nel comune mandamentale la presenza del segretario comunale. Dopo l’avvicendamento di sei segretari negli ultimi cinque mesi, a Sirignano da alcune settimane la casella è vacante. Nella missiva il Difensore Civico ordina nel giro dei prossimi quindici giorni (ed anche in questo caso in coincidenza con la fine del mese di agosto) la nomina del nuovo segretario. Qualora non dovesse esserci alcun atto degli amministratori sirignanesi, l’autorità della Regione Campania procederà alla nomina di un commissario ad acta.