BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 28 Giugno 2020

SIRIGNANO. Napolitano e finanziamenti: “Incarichi ai Rup da revocare”

Finanziamenti e incarichi, nuovo intervento dell’ex sindaco di Sirignano Antonio Napolitano.

Prof. Napolitano, come si presenta la situazione in comune per quanto riguarda le posizioni dei Rup dei progetti dei finanziamenti che Lei, nel corso delle precedenti interviste, ha già provveduto a portare in risalto?

Premesso che oramai è stato abbondantemente accertato, anche ufficialmente, che i due tecnici che stanno svolgendo tale funzione non hanno i requisiti, è che tutti gli atti prodotti sono nulli. Pertanto il sindaco, senza indugi, dovrebbe procedere alla loro revoca”.

E se non si attiva?

“Riconoscerebbe, in questo caso, la sua buona fede, ma sarebbe un errore comunque macroscopico poiché parliamo di funzioni che riguardano finanziamenti per circa 6 milioni di euro, non noccioline. Somme che neanche un grande comune riuscirebbe a gestire nel miglior modo possibile, figuriamoci poi una piccola realtà come Sirignano cosa può combinare. Quindi, facevo leva sullo strumento dell’autotutela il sindaco Colucci deve revocare gli incarichi poiché illegittimi…”.

Caso contrario, invece, cosa potrebbe accadere?

“La situazione si presenterebbe molto spinosa perché con la revoca sono da annullare anche gli atti. Quindi non penso che si possano mandare in gara lavori per 6milioni di euro partendo da atti con evidenti profili di illegittimità”.

Il suo riferimento è anche per eventuali pagamenti già effettuati alle parti in causa?

“Anche questi, se effettuati, sarebbero da revocare perché partono da incarichi illegittimi. Sembrerebbe che il comune di Sirignano abbia fatto un mandato di pagamento di 32mila euro circa al comune di Taurano. Se l’atto del comune di Sirignano è da considerarsi legittimo, non si comprende a che titolo il comune di Taurano proprio abbia liquidato la somma al tecnico in questione. A che titolo se non ricopre la carica di dipendente comunale?”.