BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 19 Ottobre 2020

SIRIGNANO. Napolitano: “Voglio un paese migliore, un paese diverso”

Voglio un paese migliore, un paese diverso”. Antonio Napolitano, l’ex sindaco di Sirignano, torna alla carica. La sua analisi politica, in vista anche di un probabile ritorno sulla scena alle elezioni del 2022, comincia dalla recente approvazione del bilancio previsionale. “Ancora una volta – afferma – oltre ad essersi presentata con soli cinque consiglieri comunali, la maggioranza del sindaco Colucci ha approvato l’ennesimo documento contabile con i pareri negativi delle autorità preposte ai controlli. E’ la quinta volta di fila che accade: i cinque eroi che impavidamente sfidano le leggi, i regolamenti e la morale, si pensano di essere al di sopra di ogni altra cosa? Pensano, loro, che la Corte dei Conti prima o poi non interverrà? Dal momento che li conosco personalmente e sono pienamente convinto che si tratta di brave persone, perché votano questi bilanci così falsati? Cosa li induce a farlo? Sono in grado di dimostrare il contrario rispetto alle voci che circolano per il paese?”.

Nel mirino di Napolitano, in attesa della “sfida che sarà”, finisce il sindaco Raffaele Colucci. “Dalle colonne di Mandamento Notizie qualche settimana addietro affermava che il sottoscritto ogni qual volta lo attaccava, era in procinto di fargli qualche richiesta personale. Io – precisa Napolitano – vorrei chiedergli di avere un paese migliore, e un’amministrazione attenta ai bisogni, concreti, dei cittadini. Un paese dove la cultura sia più presente e non sia messa in un angolo. Da sindaco gli ho lasciato un paese gioiello, oggi sembra un rudere abbandonato. Basti pensare che nella villa comunale sono stati rubati gazebi e giochi, senza che venga posto rimedio. Probabilmente il sindaco è ancora stordito dalla batosta elettorale delle regionali”.