BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 20 Giugno 2022

SPERONE. Siccità, Alaia invita i cittadini ad un uso responsabile delle risorse idriche

Prevenzione delle risorse idriche, anche il comune di Sperone invita la cittadinanza ad un uso responsabile. La stretta, tenuto conto delle elevate temperature sin dagli albori dell’estate, non riguarda solo i comuni della gestione Alto Calore, ma anche quelli della prestazione di un servizio in forma autonoma.

Nessuna vera e propria emergenza nel comune guidato dal sindaco Adolfo Alaia, ma il livello di guardia rispetto ad una situazione che potrebbe eventualmente sfuggire dal controllo, è doveroso. La siccità che in questi giorni sta mettendo in ginocchio il nord Italia, e che presto potrebbe manifestare eventuali contraccolpi anche nel sud Italia, non fa dormire sogni tranquilli alle istituzioni.

La gestione delle risorse idriche comunali, specie nel periodo estivo, esige da parte di tutta la popolazione di un modello di comportamento responsabile e virtuoso nel rispetto di un uso etico dell’acqua, che è un bene comune per eccellenza”, scrive il sindaco di piazza Luigi Lauro.



“La scarsa piovosità di questo periodo ha determinato un abbassamento del livello della falda acquifera per cui un uso indiscriminato dell’acqua (irrigazione giardini, terreni, orti, lavaggi auto, riempimento piscine) potrebbe comportare interruzioni e sospensioni nell’erogazione idrica con inconvenienti e disservizi per l’intera comunità speronese oltre che un blocco per guasto dell’impianto del pozzo soggetto a uno sforzo massivo ed intensivo.
 
Pertanto, al fine di prevenire fenomeni di interruzione dell’erogazione dell’acqua potabile,  si invita la cittadinanza a limitare l’uso delle risorse idriche solo ad impieghi  personali e domestici evitando sprechi di qualunque tipo.

Agli incaricati comunali addetti ai controlli dovrà essere esibita, a richiesta, idonea documentazione che comprovi che l’acqua sia stata acquisita da ditte esterne specializzate e non sia acqua proveniente dal civico acquedotto.
Un uso responsabile dell’acqua consentirà di far fronte ai fabbisogni primari della popolazione  evitando l’adozione di quelle drastiche misure di razionalizzazione  che potrebbero comportare  un razionamento giornaliero programmato. Saranno sanzionati comportamenti contrari al buon senso e ad un uso improprio dell’acqua come sopra indicato“.