BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 23 Marzo 2019

TEORA-CAROTENUTO 4-1. Si spezza la serie dei mugnanesi che restano in zona play off

TEORA-CAROTENUTO 4-1

Teora: Viscione, Ruotolo Boffa, Cioffi, Luciano, Fernandes, Procaccini, Scianguetta, Pagnozzi, Ciardiello, Teti, Benedetto.
A disposizione: Fucci, Iodice, D’Angelo, Pagnozzi.
All. Pellegrino Gaito

Carotenuto: Napolitano A., Quadro, Napolitano A., Monteforte, Barbarisi, Colucci, Candela, Auriemma, Vetrano, Caverni, De Stefano.
A disposizione: Piazzola, Iuliano, Ferullo, Ferrante.

Ammonizioni: Cioffi(T), Pagnozzi A.(T), Fucci(T), Pagnozzi M.(T)

Espulsioni: 14’pt Barbarisi(C)

Reti: 6’pt Ruotolo(T), 15’pt Teti(T) su rig., 35’st e 40’st Ciardiello(T), 45’st Ferrante(C)

Il Carotenuto cade a San Martino. I rossoneri perdono per quattro a uno contro il Teora, al termine di una partita nervosissima e provocatoria da parte dei padroni di casa. Posta in palio altissima per entrambe le compagini. Il primo spezzone di gara penalizza il match dei mandamentali. Dopo aver avuto due occasioni non capitalizzate, il Teora inizia ad affacciarsi nelle zone di Napolitano. Punizione defilata dalla distanza: sulla palla ci va Ruotolo, che fa partire un destro mirabile nel sette. L’estremo difensore non può nulla, gli irpini passano in vantaggio. Dopo neanche dieci minuti, palla messa in mezzo dal Teora. Barbarisi è in ritardo e commette fallo in area di rigore. L’arbitro non ha dubbi: rigore ed espulsione. Dal dischetto Teti non fallisce. Due a zero per i padroni di casa ed inferiorità numerica per il Carotenuto, dopo soltanto un quarto d’ora. Gara in salita, dunque, per gli uomini di Napolitano, che tuttavia non demordono. Alla mezz’ora, però, altra tegola per gli ospiti. Stiramento per Caverni. L’attaccante è costretto ad uscire per fare spazio a Ferrante. Si fatica a giocare, il match risulta spezzettato continuamente da falli e scaramucce. Il primo tempo termina sul doppio vantaggio per i biancoverdi. La ripresa vede il Carotenuto tentare l’assalto per la disperata ricerca del gol. De Stefano e Ferrante, però, non riescono a concretizzare le occasioni per riaprire la gara. E, su un contropiede, Ciardiello a tu per tu con Napolitano, realizza il tre a zero. Lo stesso Ciardiello, nuovamente su contropiede, con un pallonetto gonfia per la quarta volta la rete. Partita definitivamente chiusa. Nei minuti finali, però, Ferrante riduce il passivo, firmando la rete della bandiera. A San Martino finisce quattro a uno per i padroni di casa. S’interrompe quindi la striscia positiva dei mugnanesi, comunque sempre in corsa i play-off. Ora, testa al Castelfranci, per dimenticare la sconfitta odierna.