BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 16 Gennaio 2020

Traforo, Biancardi difende il Baianese e replica a Giuditta: “Cosa c’entra Summonte?”

Cosa c’entra Summonte con la Valle Caudina?”. Il presidente della Provincia Domenico Biancardi replica all’attacco del sindaco del comune del Partenio Pasquale Giuditta. “Il comune di Avella – afferma Biancardi – ha solamente approvato una delibera di solidarietà nei confronti della Valle Caudina che vede ferme le sue progettualità al 2005. Come ho avuto modo già di affermare in occasione del consiglio comunale dell’altro giorno, la realizzazione del traforo non pregiudica la bretella di collegamento Rotondi – Pianodardine che proprio l’ente Provincia ha ripreso dopo l’abbandono in cui era stata relegata dal 2005. Dopo la fase del primo e secondo lotto affidata all’Asi, gestione Pietro Foglia – ricorda Biancardi – il piano è bloccato in quanto mancano ancora il terzo e quarto lotto e una copertura finanziaria di circa 200milioni di euro. Grazie al nostro impegno abbiamo ripreso il progetto, siamo stati ricevuti dal consigliere regionale Cascone, e presto ci sarà un appalto di 87milioni di euro”.

Sulle accuse di attenzionare il Baianese rispetto alla realizzazione del traforo, Biancardi non ci sta: “Il Mandamento è collegato benissimo in quanto possiede uno svincolo autostradale diretto, un capolinea ferroviario ed è a quindici minuti di distanza da Avellino, a venti da Napoli, a quaranta circa da Caserta e Salerno. Sotto questo punto di vista non abbiamo bisogno di nulla”.