BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 14 Gennaio 2020

Traforo, per Biancardi ok del consiglio di Avella: “Valle Caudina fuori dall’isolamento”

Traforo del Partenio, maggioranza del comune di Avella compatta. La squadra del sindaco Domenico Biancardi, presidente della Provincia e promotore dell’opera, è favorevole alla realizzazione dell’opera di collegamento tra la Valle Caudina e il Mandamento Baianese. Con essa anche il consigliere di minoranza Lorenzo Maietta (contraria Chiara Cacace).

Il progetto preliminare dal valore di 100milioni di euro è approdato nella mattinata di martedì nel consiglio comunale. I 2,9 km che da Rotondi condurranno ad Avella e allo sbocco con il vicino casello autostradale dell’A16 di Tufino sono stati oggetto della discussione politica in seno all’assise.

Il sindaco Biancardi ha sottolineato ancora una volta l’importanza della realizzazione del traforo. “E’ un’opera importantissima che metterà fine all’isolamento della Valle Caudina. Un progetto che non esclude nemmeno quello della bretella Rotondi – Pianodardine, giunta in quindici anni al terzo dei cinque lotti previsti e che prevede un successivo investimento di ulteriori 250milioni di euro. Un traforo, quello che abbiamo previsto, che abbatterà notevolmente i tempi di collegamento della Valle Caudina con il resto dell’Irpinia. Solo chi non vive il territorio e non comprende le reali difficoltà e necessità del posto può parlare dall’Alta Irpinia e da qualche altra zona ed esporsi in contrapposizione alla realizzazione di quest’opera. Tengo a precisare che l’esigenza di agevolare i collegamenti mi è stata fatta presente proprio da sindaci e amministratori in occasione del tour elettorale delle provinciali. Da presidente della Provincia mi sembra giusto adoperarmi per sostenere un reale diritto dei rappresentanti delle popolazioni di quell’area così come abbiamo fatto per opere come la Lioni – Grottaminarda o i 27 km di traforo per la realizzazione dell’alta velocità. Quello del consiglio comunale di Avella, pertanto, è un voto di solidarietà nei confronti di una fetta d’Irpinia dimenticata per anni da tutti”.

Quanto alle opportunità finanziarie, il sindaco di Avella e presidente della Provincia parte da una significativa premessa: “In Irlanda hanno realizzato una mega struttura autostradale grazie ai fondi europei non spesi dall’Italia. Ad oggi in Regione Campania la spesa è ferma al 30% perché le aree interne si dividono e non candidano progetti. Noi, invece, abbiamo il dovere di sfruttare questa opportunità facendo leva anche sul recente provvedimento del governo centrale che finanzia i piani di fattibilità”.

La realizzazione del traforo è pronta a prevedere anche risvolto in tema di comunicazione ferroviaria. “Fino a qualche settimana fa – ha aggiunto Biancardi – si era pensato di interrompere la ferrovia a Nola. Invece il Mandamento Baianese in maniera compatta ha fatto capire la necessità di mantenere in vita e soprattutto potenziare l’attuale rete ferroviaria mediante la realizzazione di un hub a Baiano proprio per agevolare il collegamento futuro, mediante il traforo, con la Valle Caudina”.