BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 28 Gennaio 2020

Un percettore su tre del Reddito non ha votato il M5S in Calabria: cosa accadrà nel Baianese?

Un beneficiato su tre del Reddito e Pensione di Cittadinanza in Calabria ha preferito non dare il voto al Movimento 5 Stelle. I nuclei familiari che nella regione calabrese beneficiano dell’assegno mensile di assistenza sono 69.837, i voti ottenuti dai grillini alle elezioni di domenica in Calabria, invece, sono 48.784. La misura promossa dal governo grillino da circa un anno oramai non fa più da traino.

I tempi in cui il Movimento 5 Stelle riempiva le piazze per promettere i canonici 780 euro al mese per tutti coloro che non erano occupati nel mondo del lavoro, sono lontani. Nel 2018, nel pieno delle promesse, alle elezioni politiche i pentastellati, sempre in Calabria, raggiunsero una percentuale invidiabile come il 43,4%. Alle scorse europee il primo raffreddamento dell’elettorato calabrese che attestò i grillini al 26,7%. Seppur primo partito il Movimento 5 Stelle cominciò a fare i conti con l’ascesa della Lega che raggiunse il 22,6%. Infine il 6,27% alle elezioni regionali dell’altro giorno che hanno contribuito ad aprire una riflessione profonda rispetto all’operato fin qui compiuto.

Ed ora il timore è che l’andamento calabrese si rifletta anche alle prossime elezioni regionali in Campania. Qui i percettori del Reddito di Cittadinanza sono oltre 500mila. Quale sarà in questo caso la risposta dell’elettorato? Anche qui il Movimento 5 Stelle farà registrare una flessione? E cosa accadrà in Irpinia ed in particolar modo nel Mandamento Baianese? Proprio nei giorni scorsi è stata portata in risalto la notizia relativa al mancato impiego in progetti lavorativi di alcun percettore sia a livello provinciale, sia a livello mandamentale.

Adesso che la campagna elettorale è pronta a decollare, ecco che la situazione è pronta ad essere attentamente monitorata con i numeri ai quali non sarà più possibile sfuggire. Nel Baianese a godere del sussidio sono 756 nuclei, di cui 221 ad Avella, 153 a Baiano, 163 a Mugnano del Cardinale, 49 a Quadrelle, 76 a Sirignano e 94 a Sperone. In provincia di Avellino, invece, i percettori totali sono stimati in oltre 8.700 nuclei, per una platea complessiva di oltre 21mila persone.

Nel caso del Mandamento Baianese ricordiamo che alle scorse elezioni europee il Movimento 5 Stelle fu il primo partito con 3.344 suffragi, pari al 34,06%. Cosa succederà tra qualche mese? Vedremo…