BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 Marzo 2019

VENEZIA-AVELLINO 76-65. La Scandone si ferma in laguna

di Francesco Alfonso Barlotti


L’Avellino non riesce a conquistare il terzo successo consecutivo, dopo quelli interni contro Varese e Reggio Emilia. La Sidigas Avellino era chiamata alla vera e propria impresa contro Venezia, sua bestia nera e non riesce a sfatare il tabù Taliercio. Nonostante la Sidigas abbia tentato di tenere testa ai lagunari, è stata surclassata e messa al tappeto da Venezia per 76-65, grazie alla spettacolare prestazione di Watt con 27 punti realizzati. Gli irpini, purtroppo, erano ancora in totale emergenza infortunati (Vucinic ha dovuto fare a meno di Nichols, Ndiaye e Filloy, ndr) e le carte per il coach biancoverde abbastanza ridotte.
Starting five: Sykes, Harper, Sabatino, Green, Udanoh.
PRIMO QUARTO: Venezia rompe subito ogni tipo di indecisione e di indugio, grazie al primo canestro targato Tonut-Watt. Replica di Sykes dall’angolo, ma non basta, perché l’ex Alba Berlino va nuovamente a referto. Harper firma il primo controsorpasso a firma Sidigas (4-5), ma la Reyer non ci sta. Haynes e Biligha martellano la Scandone, soprattutto l’ex di turno con una bomba. Watt allunga ancora per i lagunari, poi Campogrande risponde (11-9). Bombe da un lato e dall’altro: prima Sykes per Avellino, successivamente Tonut (14-13). Campani a referto, ma De Nicolao non ci sta. Time-out di Vucinic. Il primo quarto si chiude con il canestro di Tonut per la Reyer. Termine quarto: 22-17.
SECONDO QUARTO: scappano ancora gli orogranata con De Nicolao, poi arriva per la seconda volta il timbro del cartellino di Udanoh (24-19). Doppia cifra per Watt, che fissa il punteggio sul 30-19. Time-out Sidigas. Harper suona la sveglia, prima la tripla a segno e poi il tiro libero guadagnato, che, però, spreca. Watt è una spina nel fianco per la Scandone, che continua a macinare punti (36-25). Veneti sono un vero e proprio martello a pneumatico: Bramos a segno. 5 punti consecutivi per Campogrande: canestro e tripla. De Raffaele al time-out. Fine quarto: 41-32.
TERZO QUARTO: Udanoh mancina -7, ma Biligha di nuovo a canestro. Bomba di Watt, poi Green fa 2/2 dalla lunetta. Haynes a segno fuori dall’arco, poi Udanoh e Campogrande per la Sidigas (51-41). De Raffaele corre ai ripari con un time-out, dopo che la Scandone ha saputo reagire e potarsi a -10. Ancora Sidigas, Harper c’è, poi Daye per Venezia (56-43). Vidmar commette fallo su Green, l’americano non sbaglia i due tiri liberi a disposizione. Bomba di Harper, poi risposta secca di De Nicolao sempre da 3 (60-48). L’ex Reggiana mette a segno i due tiri liberi, dopo aver subito fallo. Termine quarto: 62-50.
ULTIMO QUARTO: l’ultima frazione del match si apre con il lay-up di Tonut, prosegue poi Cerella (66-50). Sospensione richiesta da Vucinic. Udanoh a referto, poi Watt ribadisce la determinazione di Venezia di portare a casa questa vittoria. Parziale di 4-0 per Watt, il centro statunitense si porta a 29 punti. Il folletto americano realizza i due tiri liberi per la Sidigas, poi Daye per i lagunari. Ancora Sykes per la Scandone (72-58). Penetrazione di Biligha, in seguito tripla di Green. A un minuto dalla fine del match, la Scandone trova 4 punti consecutivi: 2 tiri liberi messi a segno da Green e dunk di Udanoh. Fine match: 76-65.

(foto lega basket)