BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 9 Febbraio 2020

VIRTUS FRANCAVILLA-AVELLINO 1-1. Disastro degli irpini, Di Paolantonio evita le beffa

L’Avellino evita la beffa e conquista il terzo pareggio consecutivo in extremis. Di Paolantonio come domenica scorsa ha regalato il pareggio dagli undici metri, dopo che gli irpini erano andati in svantaggio con eurogol di Zenuni e la successiva espulsione di Laezza per doppia ammonizione.Insomma, la fortuna aiuta gli audaci, ma non sempre, soprattutto se non si è concreti sotto porta, pur avendo terminali nuovi come Pozzebon, Ferretti e Sandomenico. Capuano ha tanto da lavorare…

Capuano schiera dal primo minuto Rizzo,Pozzebon e Ferretti, mentre a centrocampo Ferretti. Celjak,invece, parte in posizione arretrata rispetto alle altre apparizione al posto di Zullo. Primi dieci minuti di studio e di osservazione tra le due formazioni, se non qualche movimento di Marozzi. Al 15′ l’Avellino sfiora la rete del vantaggio con Pozzebon: azione personale di Parisi sulla sinistra, poi, la sfera arriva all’ex attaccante del Gozzano, che, però, spara alto sulla traversa. Alla mezz’ora ancora l’Avellino ci prova con una punizione al giro al limite battuta da Di Paolantonio, ma la sfera termina sul fondo.Cinque minuti dopo arriva la reazione della Virtus Francavilla con Zenuni, ma la conclusione dal vertice destro dell’area, ma nessun problema per Dini. Al 41′ arriva l’eurogol dei pugliesi. Zenuni calcia dai 30 metri con un pallonetto, spiazzando Dini fuori dai pali sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il centrocampista albanese ha raccolto il pallone dal limite e nel tentativo di spazzarla ha trovato una giocata spettacolare.

Inizia la frazione. De Marco per Rizzo. Al 49′ riparte la Virtus Francavilla, ma Gatto non riesce ad approfittarne. Biancazzuri pericolosissimi con Abertini su lancio di Perez, che si ritrova dinanzi alla porta biancoverde, ma viene contrastato egregiamente dalla retroguardia biancoverde. Cambi per Padovano: Zullo e Sandomenico per Ferretti e Izzillo.Ancora i pugliesi con Marozzi, che a tu per tu con Dini calcia angolato, ma l’ex portiere del Trapani respinge con i piedi. L’Avellino sta soffrendo moltissimo l’avanzata dei padroni di casa. Al 72′ si accende Pozzebon, anche se fino ad adesso è stato sempre includente e assente, due occasioni a disposizioni, ma entrambe sprecate su deviazione dei difensori. Padovano cerca la scossa e prova la carta Alfageme per Pozzebon. A 15′ minuti dal termine l’Avellino prova la riscossa con una conclusione fioca di Di Paolantonio dalla distanza. Non ci siamo, l’Avellino continua ancora a faticare e a rincorrere la Virtus Francavilla. Biancoverdi in 10 per l’espulsione di Laezza (doppia ammonizione), avendo atterrato Mastropiedo. Al 87′ l’Avellino rischia di subire il raddoppio su corner, Di Cosmo colpisce di testa, ma è provvidenziale l’intervento di Dini. La formazione biancoverde recrimina un calcio di rigore nel tentativo di strappare un punto all’ultimo minuto: Celjak viene atterrato in area, ma l’arbitro non concede il penalty. Cinque minuti di recupero, rigore per l’Avellino. Di Paolantonio sbaglia dagli undici metri, ma non la respinta ed evita un ritorno amaro all’Avellino.