BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 8 Febbraio 2020

Coronavirus, scatta la quarantena per un cinese residente in Irpinia

Quarantena obbligata per un cinese residente in Irpinia. L’uomo non ha contratto il Coronavirus, ma il periodo di isolamento a seguito del suo ritorno dalla Cina, è scattato, come da prassi, immediato.

Zhonghua Huang, o meglio Antonio, così come chiamato nel comune irpino di Bisaccia, dove risiede insieme alla sua famiglia e gestisce un negozio, così come riporta il quotidiano “Il Mattino” nell’edizione odierna, è volato in Cina lo scorso 27 gennaio, praticamente due giorni prima dello stop ai voli imposto dal Governo Italiano. L’uomo avrebbe dovuto raggiungere la sua città natale di Wenzhou (9 milioni di abitanti), situata a 800 chilometri di distanza da Wuhan, località dove è esploso il virus.

Quella di Antonio, in Cina, è stata una rapida toccata e fuga visto che pochi giorni dopo si è subito rimesso in viaggio per l’Italia. L’uomo, nonostante il blocco aereo, è riuscito a raggiungere Capodichino con due scali, uno a Parigi, l’altro a Dusseldorf.

Nel comune altirpino tutti sapevano della partenza di Antonio e in considerazione del suo arrivo è stato applicato un meticoloso protocollo che ha visto l’uomo, non appena rientrato, essere trasferito presso il reparto malattie infettive del “Moscati” di Avellino per essere sottoposto ai controlli di rito. Gli esami non hanno evidenziato la contrazione del Coronavirus e per questo motivo, non sussistendo i motivi per un ricovero, ad Antonio è stato concesso l’ok per ritornare a Bisaccia dove, però, osserverà un periodo di quarantena per circa due settimane. A seguito dell’isolamento la moglie di Antonio è ospitata presso una struttura alberghiera, mentre la figlia di nove anni, invece, è stata affidata ad una casa famiglia. Le condizioni del 38enne cinese saranno monitorate di volta in volta.